rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus: in Toscana livello di allerta per le terapie intensive

Si avvicina la soglia del 10%. Regione al top per vaccinati ma al terzo posto per incidenza del virus. I ricoveri continuano a crescere. E sempre più over 65 sono coinvolti nel contagio

La Toscana è nelle prime posizioni tra le regioni che più hanno vaccinato (per la precisione quinta), ma nonostante questo si trova al terzo posto, dietro Sicilia e Sardegna per diffusione del contagio. Con un tasso di incidenza settimanale su 100mila abitanti di 114 nuovi casi, in diminuzione dai 119 della settimana prima. Lo riporta La Nazione.

Un caso anomalo, quello della Toscana: all'aumentare della copertura vaccinale, l'incidenza del contagio per 100.000 abitanti tende in media a diminuire. In Toscana ancora la diminuzione non è abbastanza significativa. La ragione potrebbe risiedere nel fatto che siamo leggermente indietro sulle seconde dosi. E anche il fatto che, come Sicilia e Sardegna, siamo una regione ad elevatissimo afflusso turistico, sia nelle località marine e montane, sia nelle città d'arte.

Vaccini: errore all'hub, Astrazeneca al posto di Moderna

Purtroppo, sottolinea La Nazione, mentre la curva epidemica segna un leggero decremento (del 4%), il numero dei ricoveri continua a crescere e il livello d'occupazione delle terapie intensive è ormai prossimo ad arrivare alla soglia di allerta. II contagio si è stabilizzato: nella settimana che si è conclusa ieri sono stati registrati 4.183 nuovi casi rispetto ai 4.375 di quella precedente. Scende dal 12,2% al 9,9% l'incidenza di positivi sui tamponi di prima diagnosi. Mentre continua a crescere la percentuale degli over 65enni coinvolti nel contagio, ora al 12% (la settimana precedente era all'11,3%, mentre a luglio era praticamente a zero o quasi) e a diminuire consequenzialmente tra le fasce più giovani, con il 47,6% di under 35 (la settimana precedente erano il 51%).

Ricoveri in crescita

Continua a crescere il numero dei ricoveri. Nelle degenze ordinarie Covid ci sono 472 pazienti,12 in più rispetto al giorno prima e 80 in più dalla domenica precedente, con un aumento del 20%. Le terapie intensive si avvicinano alla soglia d'allerta: i letti occupati sono 53, con un tasso del 9,30%. Per arrivare al 10% è sufficiente che vengano occupati altri 4 posti letto. Negli ospedali dell'AsI Toscana centro si continuano ad aprire nuovi posti letto Covid, riconvertendo i reparti di Medicina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: in Toscana livello di allerta per le terapie intensive

FirenzeToday è in caricamento