Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Coronavirus, dopo l'aumento di casi screening di massa a Capraia e Limite: aperte le prenotazioni

Sabato e domenica tappa del programma regionale 'Territori sicuri', il sindaco: "Fate il tampone"

Foto d'archivio

Controlli a tappeto a Capraia e Limite a caccia di positivi, soprattutto asintomatici, e di focolai nascosti tra la popolazione.

Il programma regionale di screening gratuito “Territori sicuri”, pensato per arginare i contagi da Covid-19 prima del loro sviluppo, fa tappa nella zona industriale di Limite, sabato 20 e domenica 21 febbraio, in orario 9-13 e 14-18, nel parcheggio di via Eugenio e Priamo Salani.

I cittadini di Capraia e Limite, che vorranno usufruire di questa opportunità in modo volontario, possono già prenotarsi sul portale regionale territorisicuri.sanita.toscana.it/#/home: un modo, questo, per programmare ora e numero di persone da sottoporre ai tamponi gratuiti ed evitare assembramenti.

“Nelle ultime settimane abbiamo avuto una crescita dei casi positivi al Covid e ritengo questa operazione di screening molto utile e necessaria. Invito tutti i cittadini a effettuare il tampone - sottolinea il sindaco Alessandro Giunti nel lanciare l’appello -. Questa azione permetterà di individuare eventuali focolai e  di ridurre fortemente le possibilità di contagio. Dobbiamo essere ancora più prudenti e responsabili. Seguite le istruzioni, prenotandovi sul portale e dimostrando senso civico e attenzione al bene comune”.

“Territori sicuri” è promosso dall’assessorato alla sanità di Regione Toscana con Anci, Upi, Misericordie, Pubbliche assistenze riunite e Croce rossa italiana, insieme agli operatori sanitari, la medicina generale e la pediatria di famiglia, oltre ad Ars Toscana (l’Agenzia regionale di sanità), alle Asl e alle Società della Salute.

L’indice di rischio di positività al Sars Cov-2, elaborato da Ars per ogni Comune toscano, consiste in una misura che combina il tasso di positività per 100 mila abitanti nei sette giorni precedenti, ponderato con la velocità di incremento dei casi rispetto alle due settimane precedenti, in modo da evidenziare quali siano i territori che vivono le maggiori criticità. La strategia è quella dell’allerta precoce, per bloccare i contagi prima della loro diffusione.

Il progetto ha già fatto tappa a: Campo nell’Elba (Livorno), Sarteano e Chiusi (Siena), Chiusi della Verna, Terranuova Bracciolini e Sansepolcro (Arezzo), Abetone Cutigliano (Pistoia), Filattiera e Pontremoli (Massa). In ogni Comune si è registrata un’alta partecipazione di cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, dopo l'aumento di casi screening di massa a Capraia e Limite: aperte le prenotazioni

FirenzeToday è in caricamento