Coronavirus, stop all'ambulatorio dell'Osmannoro. 161 famiglie cinesi monitorate dall'Asl Toscana centro

Bloccati i test su persone con sintomi da Covid-19 all'Osmannoro, che resta un "punto medico". L'Asl: "andramo noi a fare i tamponi a casa". Ecco i numeri da chiamare

Ad appena quattro giorni dall'apertura, cambia la funzione dell'ambulatorio Lilla allestito all'Osmannoro, per eseguire i test volontari a cittadini di rientro dalla Cina con sintomi compatibili con quelli del Covid-19. "Con l'entrata in vigore della nuova circolare ministeriale, saremo noi ad andare a fare il tampone da chi presenta sintomatologie: quello dell'Osmannoro non è più un ambulatorio ma rimane un punto medico", ha spiegato nel corso di una conferenza stampa Renzo Berti, direttore del Dipartimento di prevenzione dell'Asl Centro.

"Da oggi poi - ha proseguito Berti - è attiva la 'procedura d'isolamento domiciliare fiduciario" per chi rientra dalla Cina, persone che "hanno l'obbligo di chiamare il numero unico aziendale, 055-5454777", istituito dalla Asl Toscana centro in conformità a quanto previsto dall'ordinanza firmata venerdì dalla Regione. Ci saranno stanze disponibili 24 su 24 con la possibilità di ampliare i posti letto.

"Possiamo gestire più casi in tutto il territorio - afferma Renzo Berti -. Intanto all'ambulatorio Lilla, all'Osmannoro, i test effettuati, tre, sono stati tutti negativi". Berti poi risponde alle polemiche politiche in corso: "La Regione Toscana non è in ritardo anzi ha anticipato le disposizioni seguendo quanto indicato per gli studenti e le loro famiglie".

Secondo quanto riferito dal direttore del Dipartimento, una volta messi in contatto con l'Asl queste persone entreranno in un sistema di sorveglianza attiva, gestito dalla sanità toscana. Berti ha specificato che "laddove le condizioni di isolamento volontario dovessero risultare logisticamente difficili, Asl e Comuni del territorio stanno ragionando sul reperimento di spazi adeguati alla necessità".

Infine Berti ha concluso dicendo che "è impossibile azzerare il rischio, ma stiamo facendo di tutto per evitarlo". Se invece accaddesse ciò che è già avvenuto in Lombardia e Veneto, "gli ospedali toscani sono pronti ad accogliere eventuali pazienti infettati dal Coronavirus" ha comunicato L'Asl Toscana.

Comunicati anche i dati toscani sul monitoraggio in atto: sono 161, i nuclei familiari orientali rientrati dalla Cina che sono sotto controllo nell'area della Toscana centrale - concentrati soprattutto a Prato - e seguiti dall'Asl.

"Le famiglie sono monitorate dal personale sanitario" - è stato spiegato dal dipartimento di prevenzione dell'Asl - "Si tratta di famiglie individuate nelle scorse settimane dalla Asl in base alle comunicazioni arrivate dai dirigenti scolastici sulle assenze in aula di alunni orientali".

Dati territoriali di sorveglianza attiva al 22 febbraio 2020


FIRENZE

Nuclei familiari in sorveglianza attiva: 9

 
PRATO

Nuclei familiari in sorveglianza attiva: 141


PISTOIA

Nuclei familiari in sorveglianza attiva: 1


EMPOLI

Nuclei familiari in sorveglianza attiva: 10

I numeri da chiamare per i casi sospetti

Le tre aziende sanitarie della Toscana hanno istituito, come prescritto dall'ordinanza emanata ieri dal presidente Enrico Rossi un numero unico aziendale, attivo dalle 8 alle 20 con operatore e interprete cinese, e dalle 20 alle 8 con segreteria telefonica.

Al numero dovranno rivolgersi: i soggetti che abbiano avuto contatti stretti con casi confermati di Covid-19; e tutte le persone che negli ultimi 14 giorni abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in Cina.

Le persone che chiameranno dovranno comunicare i propri dati personali: nome, cognome, indirizzo, domicilio e numero di telefono. "Non intasate i numeri Asl", si è raccomandato con i cittadini il governatore toscano Enrico Rossi.

Questi i numeri delle tre aziende sanitarie:

- Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli) 055 5454777

- Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio) 050 954444

-Asl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena) 800 579579

Resta in funzione nel Centro di ascolto dell’assessorato il numero verde regionale, che fornisce orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul tema del Coronavirus. Il numero verde è 800.556060, opzione 1, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 15.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento