Covid-19, sindacato autonomo infermieri: “Tolte le mascherine a pronto soccorso e 118, è inaccettabile"

Giannoni (Nursind): “Dispositivi di protezione massimi solo nei reparti di rianimazione, perchè mancano i mezzi. Facciamo un esposto in Procura”

“Mascherine anti-coronavirus solo nei reparti di terapia intensiva: tolti i dispositivi di protezione massima verso il Covid-19 dai reparti di pronto soccorso e dal servizio di emergenza urgenza del 118. Il personale che trasporterà e accoglierà i pazienti affetti da Coronavirus non sarà protetto”. E’ quanto dichiara Giampaolo Giannoni, segretario regionale del sindacato autonomo degli infermieri Nursind.

“Quanto disposto dall’ordinanza numero 18 della Regione Toscana emessa in data 25 marzo 2020 è inaccettabile e offensivo verso gli operatori del sistema sanitario – aggiunge Giannoni- . Se fino all’altro ieri le mascherine FFP2 e FFP3, considerate le uniche in grado di proteggere dal Covid-19, erano destinate a tutti i reparti più esposti, non solo ai percorsi Covid degli ospedali, oggi si abbassano i livelli di protezione nei confronti del personale in prima linea. Una decisione che può essere motivata solo dalla mancanza di dispositivi di protezione sanitaria”.

“I positivi vanno tutelati- sottolinea Giannoni - sia gli operatori del sistema sanitario che i cittadini. E considerato il considerevole aumento dei contagi tra il personale sanitario, stiamo predisponendo un esposto in Procura affinché verifichi le responsabilità della Regione Toscana”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Lo stato di emergenza è stato dichiarato già a gennaio – conclude il segretario del Nursind Toscana – ci saremmo aspettati che la Regione si attivasse già allora per reperire i necessari dispositivi di protezione personale. Invece ci ritroviamo a fine marzo a dover centellinare le mascherine, mettendo in gioco la salute degli operatori sanitari e degli stessi ricoverati nelle strutture ospedaliere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento