rotate-mobile
Cronaca Fiesole

Coronavirus, la sindaca di Fiesole si sfoga: “Troppe persone in giro, molto arrabbiata”

La sindaca se la prende anche con le 'passeggiate dei fiorentini', ma non tutti concordano: “Accidenti, quanti giustizieri”

Nell'ambito dell'emergenza coronavirus, arriva sui social anche lo sfogo della sindaca di Fiesole Anna Ravoni.

“Sono veramente molto arrabbiata. Oggi, prima giornata di sole, 'a giro' c'erano tantissime persone, troppe. Molti, addirittura, di fuori Fiesole. Girone, Maiano e San Domenico sembrano diventate le passeggiate dei fiorentini. Gruppetti di ragazzi e intere famiglie a fare la passeggiata e a far giocare i bambini. A Montebeni abbiamo addirittura trovato dei ragazzi che giocavano nel campino con la scusa "questo è nostro privato”, ha scritto Ravoni ieri sera, domenica, sul profilo Facebook personale.

“Insomma, non ci siamo ancora. Oggi abbiamo dovuto impegnare 'a giro' per il comune sia i vigili  che i carabinieri. Vi sembra giusto? Vi sembra giusto che si debba arrivare alle sanzioni per far capire una semplicissima regola che dobbiamo rispettare? Rimaniamo a casa”, chiede la sindaca, “ricordiamoci che un piccolo sacrificio di oggi, può essere importante per la nostra vita domani”.

Centinaia i commenti al post, in grandissima parte di approvazione. Ma non mancano visioni differenti

“Accidenti quanti giustizieri, complimenti! Se ci fosse stata questa indignazione per denunciare gli evasori oggi l'Italia sarebbe più ricca della Svizzera. E forse avrebbe qualche terapia intensiva in più. Io sono per le sanzioni. Sempre”, scrive ad esempio Stefano. Mentre Simona sposa la linea della sindaca commentando che a un padre e a un figlio che le sono passati davanti casa “gliene ho dette due!”. (In foto la sindaca Anna Ravoni, foto daFacebook).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la sindaca di Fiesole si sfoga: “Troppe persone in giro, molto arrabbiata”

FirenzeToday è in caricamento