menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: fiorentini preoccupati, solo 1 su 5 esce di casa una volta al giorno

Gli esiti del secondo questionario del Comune. Due fiorentini su tre chiedono più controlli

I fiorentini confermano di essere “preoccupati” per il Coronavirus, escono in media 3 volte a settimana e fanno la spesa con una frequenza media di 1-2 volte la settimana. Poco più di 1 fiorentino su 5, inoltre, dichiara di "uscire almeno una volta al giorno”.

I principali tre motivi per cui si esce di casa è fare la spesa (82,7%), andare al lavoro (22,5%) e occuparsi delle cure dei familiari (18,8%). Inoltre, il 63,8% chiede maggiori controlli da parte delle autorità sul rispetto delle restrizioni.

Lo rivelano i risultati del secondo questionario effettuato dal Comune di Firenze sull’emergenza Covid-19, su un campione di 3.584 persone.

Il grado di preoccupazione, rispetto al primo questionario, è lievemente aumentato: il 65% di chi ha partecipato al sondaggio ha infatti detto di essere ‘seriamente preoccupato’, contro il 61,8% della precedente rilevazione.

I ‘moderatamente preoccupati’ sono il 31% (erano il 33,7%). In riferimento all’aspetto che più crea ansia nei cittadini ci sono gli aspetti sanitari (55,1%), quelli economici (31,1%) e sociali (11,4%).

Scarica e leggi il report completo: Firenze_Covid19_Report02-2

Per la spesa si continuano a privilegiare i supermercati o ipermercati (82,3%) ma si segnala anche il 38,4% di persone che si recano nei piccoli negozi di alimentari. Il 14,7% dichiara di fare la spesa online, il 13% al mercato.

Sul rispetto delle prescrizioni il 65% dichiara che sono rispettate dalla maggioranza dei fiorentini ma che alcuni non le rispettano. Il 63% delle persone considera ‘abbastanza adeguata’ la risposta del Comune all’emergenza e il 24,2% ‘completamente adeguata’, con un 6,3% che valuta l’operato del Comune ‘abbastanza inadeguato’ e il 2,6% ‘completamente inadeguato’.

Informazione

La TV (80%) è il principale mezzo informativo sul Coronavirus, subito seguita dai siti internet delle istituzioni (70%). Rilevanti anche i quotidiani on line (50%) e i social network (49%), molto pervasivi tra gli under 24.

Preoccupazione

Si conferma l’unanime preoccupazione dei fiorentini per l’emergenza e cresce la quota di chi si dice seriamente preoccupato (65%, + 3 in una settimana), in particolare le donne e i più anziani. Sono innanzitutto gli aspetti sanitari a generare apprensione, ma per 1 cittadino su 3, la preoccupazione riguarda principalmente gli aspetti economici, cui sono più attenti gli under 44.

Uscite di casa

I fiorentini intervistati dichiarano una media di circa 3 uscite di casa a settimana e 1 su 5 esce tutti i giorni (si tratta generalmente di chi esce per lavoro o per l’acquisto del giornale o per portare a spasso il cane).

Il motivo principale delle uscite è la spesa (83%), in un quarto dei casi si esce per motivi di lavoro, in particolare i 25-54enni, e in 1 caso su 5 per la cura di familiari.

Passeggiata (9%) e corsetta (5%) sono motivazioni più citate dai giovani, che però sono anche quelli che escono di meno (1 su 4 non esce mai e il numero medio di uscite settimanali è di 1,5).

Le  famiglie fiorentine vanno a fare la spesa una volta a settimana o addirittura meno, nella larghissima maggioranza dei casi (62%). Mediamente la frequenza di spesa è di 1,4 volte a settimana, con valori leggermente più elevati tra i residenti nel quartiere 1.

Si conferma il dominio della grande distribuzione organizzata, seguita a molta distanza dai piccoli negozi di alimentari, cui fanno maggiore ricorso i residenti nel centro storico. Interessante il dato della spesa on line (15%).

Restrizioni

Nella  percezione  dei  fiorentini  prevale  un  generale  rispetto  delle  restrizioni,  con  limitate  trasgressioni.  Maggiore  scetticismo  sui comportamenti della cittadinanza si rileva tra gli under 34.

Ciononostante, quasi 2 cittadini su 3 ritengono necessari maggiori controlli. La serrata totale delle attività economiche trova un accordo quasi unanime (89%) e trasversale tra i fiorentini.

L’amministrazione cittadina

Le istituzioni cittadine e il sindaco stanno operando bene in questo frangente eccezionale: si conferma la quota di cittadini che ritiene adeguato la risposta delle istituzioni di Firenze (87%); si consolida l’apprezzamento dell’attività del primo cittadino, che ottiene un voto medio pari a 7,7, con picchi di 8,0 sia tra gli under 24 che tra gli over 55. In entrambi i casi non si evidenziano rilevanti differenze tra i vari quartieri cittadini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento