Cronaca

Coronavirus: chiuse le scuole in 40 comuni della Toscana

Il sindaco di Firenze riunisce la task force e pensa a nuove limitazioni

Da oggi le scuole di 40 dei 273 comuni della Toscana rimarranno chiuse per tutta la settimana. E’ quanto disciplinato con ordinanze dal presidente Eugenio Giani nei giorni scorsi, a seguito della sessione di lavoro con il il comitato toscano per l’emergenza e la prevenzione scolastica (Ceps).

E’ prevista la “sospensione delle attività dei servizi educativi dell’infanzia, mentre le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgeranno esclusivamente con modalità a distanza”.

“Nella zona rossa, come nel caso dei 20 comuni della provincia di Pistoia, la chiusura è un fatto automatico secondo l’ultimo Dpcm. A questi si sono aggiunti i comuni di Cecina e Castellina Marittima, appartenenti a province diverse e territorialmente contigui”, ha spiegato il presidente, preannunciando una sola deroga per le Terme di Montecatini: “Rimarranno aperte, perché in questo caso c’è un aspetto di prevenzione sanitaria”.    

“Con ciascuno dei comuni c’è stata un’analisi approfondita sulla presenza di focolai nelle scuole. Laddove il numero alto di contagi, secondo l’opinione del sindaco, non originava dalle scuole non si è disposto alcun intervento di chiusura; in altri casi, quando lo stesso primo cittadino ha fatto presente che poteva esserci una pericolosità di contagio, allora si è proceduto”, ha detto ancora Giani.

Il tutto, mentre il nuovo governo Draghi sta già pensando ad un secondo Dpcm, poco dopo la firma del primo dell'era Draghi. Un secondo intervento che potrebbe prevedere una sorta di zona rossa nazionale, con alcune eccezioni (per esempio la Sardegna, ad oggi unica regione 'bianca').

Il mondo della scuola è tornato a protestare per la decisioni di rimettere milioni di ragazzi in didattica a distanza, dopo le numerose assicurazioni che ciò non sarebbe accaduto.

Nel frattempo ieri su Facebook il sindaco di Firenze Dario Nardella ha annunciato che oggi riunirà la task force di Comune e Città metropolitana "per valutare eventuali nuove limitazioni da introdurre. Non possiamo passare il tempo ad inseguire il virus, dobbiamo prevenirlo. Per questo, se da un lato faremo di tutto per scongiurare la chiusura delle scuole, con tutti i disagi che ne conseguono ai ragazzi e alle loro famiglie, dall’altro dovremo pensare a limitare i movimenti in determinati momenti e luoghi della città".

Elenco dei Comuni toscani interessati alla chiusura delle scuole

Le scuole sono chiuse in tutti i comuni della provincia di Pistoia (l'unica provincia rossa per questa settimana), poi a Cecina (Li) e Castellina Marittima (Pi).

Scuole chiuse anche ad Anghiari, Castelfranco Piandiscò, Lucignano, Marciano della Chiana, Monterchi, Sansepolcro per la provincia di Arezzo.

Per la Provincia di Siena Castelnuovo Berardenga, Asciano, Chiusdino, Monteroni d'Arbia, Monticiano, San Gimignano.

In provincia di Firenze scuole chiuse a Certaldo. Infine a Civitella Paganico (Grosseto) e Bientina (Pisa).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: chiuse le scuole in 40 comuni della Toscana

FirenzeToday è in caricamento