Cronaca

Coronavirus: Nelle Rsa della Toscana il 10% di operatori sanitari non vuole vaccinarsi

De Scalzi (Fondazione Turati) al Corriere Fiorentino: "Con loro non si può neanche discutere, non sono interessati a spiegazioni". Ma per legge dovranno presto decidere: o si vaccinano o saranno sospesi

Nelle Rsa della Toscana ci sono circa 1.000-1.500 operatori sanitari non vaccinati, sui 10.000 circa che lavorano in questo tipo di strutture nella nostra regione, che lavorano a contatto con anziani e fragili.

Lo scrive il Corriere Fiorentino, ricordando che entro la prossima settimana, per legge, la Regione dovrà inviare alle aziende gli elenchi dei non ancora vaccinati, che avranno solo 5 giorni di tempo per provvedere.

Coronavirus, focolaio a Careggi. Il sospetto: c'è un infermiere no vax

"Si tratta di una stima, numeri certi ancora non ne abbiamo, ma la sensazione è che nelle diverse strutture per anziani ci si aggiri attorno a questa quota, con piccole variazioni tra le diverse realtà" dichiara al dorso locale del Corriere della Sera Maurizio De Scalzi, direttore generale della Fondazione Turati e coordinatore di un comitato di gestori di Rsa toscane.

"Il problema sono quelli per cui i vaccini diventano una questione religiosa: con loro non si può neppure discutere, non sono interessati ad alcuna spiegazione - aggiunge De Scalzi al Corriere Fiorentino -. E c’è anche qualcuno che dice che non si vaccinerà neppure ora che è stato introdotto l’obbligo per i sanitari".

Ospedale del Mugello, oss non vaccinato positivo al Covid: intero reparto in quarantena

Il governo, per decreto, ha deciso di imporre la vaccinazione, pena la sospensione dal servizio, per chiunque si occupi di malati e di fragili, tra ospedali, cliniche private, farmacie e anche Rsa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: Nelle Rsa della Toscana il 10% di operatori sanitari non vuole vaccinarsi

FirenzeToday è in caricamento