menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Rossi: "Screening di massa in Toscana"

La Regione pronta ad acquistare 500mila test del sangue per identificare e isolare asintomatici e contagiati

La Toscana darà avvio a uno screening di massa per l’emergenza Coronavirus e acquisterà 500mila test seriologici, ovvero del sangue. Lo ha annunciato il governatore Enrico Rossi in un videomessaggio su Facebook.

Lo scopo è quello di identificare e isolare i contagiati e gli asintomatici. “Pensiamo che lo screening di massa darà risultati importanti – ha detto Rossi -. E’ nostro interesse tutelare per primi medici, infermieri e sanitari. Gli altri test saranno a disposizione su richiesta dei medici di famiglia e pediatri e saranno fatti da delle unità speciali ogni 30mila abitanti”.

“Quando arriveranno i test seriologici effettueremo analisi sui 60 mila dipendenti della sanità toscana e poi su quella privata – ha spiegato Rossi – gli altri 400mila test saranno per i territori e i tamponi con prelievo del sangue saranno svolti da unità speciali".

"Ce ne sarà una per ogni distretto di 30mila persone e svolgeranno i test su disposizione dei medici di famiglia o dei pediatri - ha aggiunto il governatore - Chi risulterà positivo sarà posto in quarantena”.

Rossi ha sottolineato che “noi siamo stati la prima regione che ha deciso tamponi per tutti coloro, asintomatici, che si recano in ospedale. Dall’inizio dell’emergenza abbiamo aggiunto tre laboratori autorizzati, con mia ordinanza, altri 5 microlaboratori autorizzati per i test, tra cui un privato convenzionato. Nei prossimi giorni arriveremo a una potenzialità di 3500 tamponi al giorno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus: 1.000 nuovi positivi e 22 decessi in Toscana

  • social

    Nove donne che rendono grande la Toscana nel mondo

  • Cronaca

    Piazza della Stazione: accoltellato durante una lite / VIDEO 

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento