I ristoratori toscani raccolgono firme on line per l'abolizione di Tari e Cosap

La petizione indirizzata al sindaco Nardella. Già raggiunta quota 2.700 adesioni

foto da FB gruppo Ristoratori Toscana

Il Gruppo Ristoratori Toscana ha lanciato su Change.org, la piattaforma di petizioni on line, un appello pubblico diretto al sindaco Dario Nardella, per chiedere l'abolizione per tutte le attività di ristorazione della Tari e della Cosap per tutto il 2020.

L’appello, che ha già raggiunto quota 2.700 firme, sottolinea come l'abolizione di queste due tipologie di imposte aiuterebbe a garantire la sopravvivenza degli esercenti che, a causa della crisi legata al Covid-19, vedono la propria sostenibilità finanziaria messa in grave pericolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Posiamo insieme il primo mattoncino per garantire un futuro a questo settore - sostiene nel suo appello l'associazione che riunisce migliaia di ristoratori toscani - Noi sicuramente non possiamo andare avanti senza di voi. Voi riuscireste ad immaginare un mondo senza di noi?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento