Covid-19, la questura: "Chiamate al 113 raddoppiate, tanti interventi per anziane sole"

Molti cittadini si rivolgono alla polizia per chiedere un supporto o un aiuto

Con l’emergenza Covid-19 è raddoppiato il numero delle telefonate che ogni giorno giungono sulla linea di emergenza 113 della Polizia di Stato. C'è chi chiede informazioni, chi segna assembramenti ma soprattutto a chiamare sono le persone anziane che si ritrovano sole a fronteggiare la quarantena e un'emergenza in cui anche le piccole esigenze quotidiane diventano motivo di preoccupazione: fare la spesa, spostarsi per una visita medica o per comprare medicine. Oppure la preoccupazione di non riuscire a contattare amici e parenti, chiedendosi cosa sia successo loro.

Ad esempio, nei giorni scorsi il dipendente di una cooperativa, incaricato di portare il pranzo ad un'anziana, ha fermato una volante in centro. L'uomo si è detto preoccupato del fatto che la donna che doveva raggiungere non rispondeva al telefono né al citofono. I poliziotti sono andati sul posto e hanno verificato che la signora stava solo dormendo e che era in buone condizioni di salute, assicurandosi inoltre che non avesse bisogno di altra assistenza.

Tre giorni fa, invece, una signora anziana ha chiamato il 113 per chiedere informazioni per ottenere la consegna a domicilio di spesa e medicinali. L’operatore, oltre a fornire i numeri utili per gli enti preposti, ha voluto trascorrere qualche momento del suo tempo a sincerarsi che la signora fosse tranquilla, che non avesse remore a indicare proprie necessità e che in caso di bisogno, indipendentemente da cosa fosse, avrebbe potuto richiamare la questura di Firenze per avere indicazioni, aiuto o sostegno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poche ore dopo, una signora ha chiamato il 113 preoccupata per una sua amica ultrasettantenne con cui si sentiva spesso al telefono, ma che da due giorni non le rispondeva e lei era impossibilitata a verificare che stesse bene. Dal canto suo, poteva solo vedere che l’auto dell’amica era parcheggiata sotto casa in zona Le Cure. La polizia si è recata subito presso l’abitazione e ha accertato che la donna si trovasse in casa e in buone condizioni di salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 settembre 2020: le previsioni segno per segno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento