rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, primo contagiato pratese: 42 anni, lavora per un'azienda fiorentina

E' asintomatico. In isolamento domiciliare da ieri sera

Il Coronavirus è arrivato a Prato. E non di passaggio, com'è stato nei giorni scorsi per la giovane donna fiorentina che, rientrata dalla Lombardia, si è presentata all'ospedale Santo Stefano perchè era in visita alla madre che vive a Prato ed è risultata positiva al tampone.

Stavolta, infatti, a risultare positivo al Covid-19 è stato un pratese che risiede nella sua città. Ha 42 anni, è in isolamente domiciliare da ieri sera, venerdì 6 marzo. L'uomo è dipendente di un'azienda con sede a Firenze.

Secondo quanto ricostruito, il 42enne sarebbe asintomatico. Gli è stato fatto il tampone dopo che una collega di ritorno dalla Lombardia è risultata positiva. Insieme al 42enne, sono già stati sottoposti al tampone anche la madre (che non risulterebbe contagiata) e i colleghi di lavoro.

Nel frattempo, è scattato il protocollo che prevede l'isolamento per l'uomo e il costante contatto con i medici del Santo Stefano per il monitoraggio continuo delle sue condizioni di salute e per l'eventuale ricovero in ospedale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, primo contagiato pratese: 42 anni, lavora per un'azienda fiorentina

FirenzeToday è in caricamento