Cronaca

Coronavirus: cresce la pressione sugli ospedali, Torregalli riapre il reparto Covid

L'osservazione breve intensiva 'convertita' con 24 posti per pazienti affetti da Coronavirus. Altri 16 posti letto verranno messi in chirurgia. Corsa al potenziamento in tutta l'Asl Centro

Sale la pressione sugli ospedali fiorentini a causa dei contagi e Torregalli è costretto a riaprire il reparto Obi Covid. Lo scrive l'edizione odierna de La Nazione Firenze, sottolineando come, nell'ospedale al confine tra Firenze e Scandicci, l'Osservazione breve intensiva abbia lasciato campo a 24 posti per chi è affetto da Coronavirus, facendo così salire il numero complessivo di pazienti ospitabili da 50 a 74.

Entro il fine settimana, poi, anche una chirurgia registrerà la stessa trasformazione, con la nascita di altri 16 posti letto Covid. Il potenziamento per evitare che ci si trovi senza posti letto disponibili, intanto, va avanti anche nelle altre strutture di Firenze, Prato e Pistoia.

Covid, in Toscana i casi non calano: rischio 'zona rossa' fino a fine aprile

In questi giorni 12 posti letto in più sono stati ricavati a Prato, mentre altri 18 si attiveranno entro il fine settimana a Careggi.

"Non siamo di fronte a una situazione di criticità - tiene a precisare a La Nazione Firenze Emanuele Gori, direttore sanitario della Ausl Toscana Centro - perché facendo lavorare in rete i vari ospedali della Ausl Toscana Centro e quello di Careggi riusciamo a gestire ancora bene la situazione. Certo la pressione sta crescendo e il quadro non è semplice".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: cresce la pressione sugli ospedali, Torregalli riapre il reparto Covid

FirenzeToday è in caricamento