menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: Prato va in zona rossa e chiude le scuole, anche Firenze "sull'orlo del rosso"

A livello regionale la Toscana potrebbe restare arancione, ma diverse aree sono a rischio rosso: nella giornata di venerdì la decisione della cabina di regia

"Da venerdì scorso si è verificata una continua e rapida crescita del numero dei contagi.  Anche oggi, giovedì, si registrano 139 casi in tutta la provincia. Con questo numero si supera la soglia di 250 casi ogni 100.000 abitanti stabilita dalla normativa per l'istituzione della zona rossa, con tutto quello che ciò comporta: negozi e attività chiuse, limitazione negli spostamenti e dovranno essere chiuse anche le scuole. Intanto ringrazio il Presidente Eugenio Giani e l'assessore regionale Alessandra Nardini per essersi fatti carico della richiesta di provare a garantire lezioni in presenza e di aver fatto, con attenzione, tutti i dovuti approfondimenti normativi: purtroppo il Dpcm vigente non lascia margini di manovra, in zona rossa anche le lezioni in presenza devono essere sospese e chiuse le scuole di ogni ordine e grado. Sapete cosa ne penso, l'ho detto e scritto e non ci torno sopra: ne prendo, rispettosamente, atto".

Così ha scritto su Facebook giovedì il sindaco di Prato Matteo Biffoni, dando di fatto la notizia, anche se l'ufficialità arriverà soltanto nella giornata di venerdì, che da lunedì prossimo, 15 marzo, la provincia di Prato sarà zona rossa, dopo che questa settimana erano state in zona rossa la provincia di Pistoia e i comuni di Cecina, Viareggio e Castellina Marittima. Situazione critica anche per la provincia di Firenze, come sottolineato dal sindaco Dario Nardella.

Nell'area metropolitana fiorentina "la situazione è molto seria. Intorno è ancora peggio, se pensiamo a Prato, Siena, Pistoia. Quindi siamo sull'orlo della fascia rossa", le parole del primo cittadino a 'Un giorno da pecora', su Radio 1. "Peraltro questa Pasqua - ha aggiunto -, credo che coinciderà con un altro periodo di grandi privazioni e rinunce per la città, che di solito in questo periodo esplode per cultura e turismo. Però siamo quasi alla fine".

Per quanto riguarda la Toscana, il colore per la prossima settimana sarà deciso venerdì, dopo la riunione della cabina di regia. Potrebbe essere arancione perché l'Rt regionale è a 1.22, inferiore al limite di 1.25 che fa scattare la zona rossa, e il numero medio dei contagi a livello regionale non supera il limite settimanale (tra l'1 e il 7 marzo) dei 250 casi ogni 100mila abitanti. "I dati sono sostanzialmente da zona arancione ma siamo al limete - ha detto il presidente della Regione Giani -, mi rimetterò alle decisioni del Comitato tecnico scientifico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, 1.168 nuovi casi e 32 decessi

  • Cronaca

    Coronavirus, anche Firenze e Prato verso la zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento