menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toscana, firmata l'ordinanza: si può passeggiare e andare in bici in tutto il comune

Da soli, con i figli o con chi risiede nella medesima abitazione

Il governatore della Toscana Enrico Rossi ha emanato una nuova ordinanza - la numero 45 - che permette di passeggiare e andare in bici in tutto il comune di residenza, individualmente o con i figli minori.

L'ordinanza entra in vigore il primo maggio. Di seguito i due punti di cui si compone il provvedimento del presidente regionale:

1. E’ consentito svolgere passeggiate all’aria aperta e utilizzare la bicicletta nell’ambito del comune di residenza in modo individuale o da parte di genitori e figli minori, o da parte di accompagnatori di persone non completamente autosufficienti, o da parte di residenti nella stessa abitazione;

2. Nello svolgimento di tali attività motorie non è necessario mantenere le misure di distanziamento sociale di almeno 1,8 metri fra i genitori e figli minori e/o residenti nella medesima abitazione.

L'ordinanza spiega anche il motivo della decisione: "Per non determinare conseguenze negative a danno della salute di tutti i cittadini e del benessere psico-fisico dei minori, si è considerato opportuno consentire di svolgere passeggiate all’aria aperta o con l'utilizzo della bicicletta nell’ambito del comune di residenza in modo individuale o da parte di genitori e figli minori, o da parte di accompagnatori di persone non completamente autosufficienti, o da parte di residenti nella stessa abitazione".

Tutte le attività, spiega ancora l'ordinanza, dovranno iniziare dalla propria abitazione e concludersi presso la stessa. In nessun caso per praticare le attività motorie sarà consentito l'uso di mezzi pubblici o privati per gli spostamenti.

“È una misura che avevo annunciato – commenta il presidente Rossi – e ha un obiettivo importante: aiutare tutti noi a preparare, per gradi e con cautela, una nuova normalità.  Dovremo convivere a lungo con il virus, bisogna farlo nella massima sicurezza possibile, con dignità e umanità. E soprattutto nel segno della responsabilità: ce ne vorrà di più, nell’immediato futuro, non di meno e quindi sarà fondamentale rispettare le norme generali su autocertificazione, distanziamento sociale e uso delle mascherine”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in arrivo il pass vaccinale per spostarsi in libertà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento