menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uffizi, il direttore Schmidt: "Visitateli ora che non c'è quasi nessuno"

Il direttore della Galleria: "Giusto che ci siano meno persone in giro, ma ruolo dei musei resta importante"

"Adesso in Galleria abbiamo molte meno persone, anche rispetto a poche settimane fa. Nel weekend ci sono stati 2.000 visitatori, sparsi per tutta la giornata, ma le presenze sono veramente basse. Da martedì a venerdì i musei sono proprio deserti. E' dunque l'occasione per vedere le opere d'arte in tutta tranquillità, in un momento in cui la gente è a estrema distanza rispetto alle altre persone". 

Lo ha detto ieri, a margine della presentazione della mostra in Palazzo Pitti dedicata al ritorno del Papa Leone X di Raffaello dopo l'esposizione alle Scuderie del Quirinale, il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, parlando con i giornalisti che gli chiedevano dell'andamento dei visitatori alla Galleria degli Uffizi dopo le norme introdotte dal nuovo Dpcm entrato in vigore ieri.

"Sarei preoccupato se non avessimo avuto un cal, ma il calo dei visitatori che noi abbiamo registrato, prima in forma di una flessione durante il mese di settembre, adesso come calo vero e proprio, è cosa naturale e giusta. E' giusto che la gente venga meno in giro e nei musei", aggiunge Schmidt.

"Tuttavia anche la presenza delle persone che vengono nei musei è comunque giusta, perché da noi ora ci sono molti meno affollamenti che nelle strade e nei supermercati nel fine settimana. I musei anche con pochi visitatori - sottolinea in conclusione il direttore degli Uffizi -, svolgono un ruolo importante, non solo come insegnamento e apprendimento, ma anche per il forte valore emotivo e identitario delle opere d'arte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento