Cronaca Centro Storico / Via dei Pilastri

Tolleranza e coronavirus: si inventa una lite e chiama il 113  perché si annoia

Nei guai due ventenni 

Foto di Tumisu da Pixabay

Una telefonata al 113 per segnalare una furibonda lite in casa tra due persone che si è rivelata una bravata. E' successo ieri pomeriggio quando una coppia di giovani ha allertato la sala operativa della polizia chiedendo l'intervento delle volanti. Le "pantere" hanno attraversato i viali e si sono fiondate fino al punto indicato ma gli agenti non hanno avuto riscontri di quanto indicato. Per questo sono risaliti all'abitazione da cui era partita la chiamata. Qui hanno trovato due ventenni.

La più giovane, dopo qualche resistenza e con un sorriso di scherno, ha poi ammesso di aver telefonato perché "si stava annoiando a causa della quarantena". Uno scherzo di cattivo gusto, che è costato alle due ragazze una denuncia per procurato allarme. 

Negli ultimi giorni le forze dell'ordine stanno impiegando ingenti forze in strada anche per riportare alla calma alcune situazioni. Un moltiplicarsi di interventi - specie nei condomini - legati soprattutto alle restrizioni necessarie a contenere il coronavirus. Tra alto volume dei televisori, screzi da convivenza e disagi di una simbiosi forzosa, sono almeno quindici gli interventi effettuati in città dalla polizia nelle ultime 24 ore.  

La denuncia: qui spaccio a cielo aperto


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tolleranza e coronavirus: si inventa una lite e chiama il 113  perché si annoia

FirenzeToday è in caricamento