rotate-mobile
Cronaca Novoli / Viale Alessandro Guidoni

Coronavirus, giudice del tribunale di Firenze in quarantena

Nei giorni scorsi era stato a Milano dove ha incontrato un collega risultato positivo al Covid-19. Sanificati gli uffici che frequenta al palazzo di giustizia e messi in quarantena tutti i suoi fascicoli

Un giudice del tribunale di Firenze è in quarantena, insieme a tutti i suoi fascicoli, in quanto possibile caso di Coronavirus. Il togato, fra i più noti in città per i processi di grande interesse pubblico che sta seguendo e che ora potrebbero slittare, era stato a Milano nei giorni scorsi.

Nel capoluogo lombardo per impegni lavorativi, il giudice ha incontrato uno dei colleghi milanesi risultati poi casi sospetti positivi al Coronavirus.

Rientrato a Firenze, nei giorni scorsi ha deciso di mettersi in "auto-isolamento", anche su suggerimento della Presidenza del Tribunale.

Il giudice resterà in autoquarantena - in via precauzionale - almeno fino alla prossima settimana. Nel frattempo, tutti i suoi fascicoli sono stati messi in quarantena per un paio di giorni, mentre sono stati già tutti sanificati gli uffici frequentati dal giudice all'interno del palazzo di giustizia di Firenze.

Cresce tuttavia l'apprensione tra avvocati, giudici e in generale operatori del settore giusitizia, per la possibilità di aver contratto il virus sul luogo di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, giudice del tribunale di Firenze in quarantena

FirenzeToday è in caricamento