Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, folla in centro: "Siamo a 60mila morti, così non va" / FOTO

La Toscana è ancora arancione e il centro di Firenze si riempie di persone per gli acquisti natalizi

Ancora imperversano le furibonde polemiche per la decisione del governo, in base all'analisi fornita dalla cabina di regia, di lasciare la Toscana in zona arancione fino a domenica prossima.

Oggi pomeriggio, domenica 13 dicembre, nel frattempo, il centro di Firenze si è riempito di persone, chi per fare una semplice passaeggiata e chi (molti) per gli acquisti natalizi, con i negozi riaperti una settimana fa.

"Così non va. Firenze, ora. Come Roma e Milano ieri. Siamo a 60.000 morti, la seconda ondata - dopo gli errori estivi - ne ha provocati già decine di migliaia. Quanto ancora serve per capire che ogni errore ci costa vite umane? Che ogni comportamento individuale sbagliato, sommato a quello degli altri, può fare danni enormi, alla comunità e all'economia? Serve responsabilità di tutti. Cittadini e istituzioni.   Basta polemiche, basta messaggi sbagliati, basta superficialità", è lo sfogo, su Facebook, del sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, che ha postato la foto che vedete sopra intorno alle 17.

Coronavirus, oggi 673 nuovi casi e 34 morti

Due ore prima, sempre su Facebook, era intervenuto anche il sindaco di Firenze Dario Nardella.

"Nessuno vuole impedire di comprare i regali di Natale, ma dai comportamenti di ciascuno dipende il futuro di tutti.  Anche questa domenica avremo più controlli, a partire dagli accessi alla città. Ma - l'appello di Nardella -, dobbiamo tutti organizzarci, facciamo acquisti mirati nei negozi evitando affollamenti e passeggiate. Torneremo a godere della bellezza della nostra città quando tutto sarà finito, ora dobbiamo pensare alla salute nostra e dei nostri cari, senza rischi inutili. Il numero dei contagi è ancora alto e purtroppo l’Italia è in cima alla classifica europea per numero di morti. Viviamo questo periodo usando il buon senso. Il rispetto per gli altri e per chi amiamo rimane il regalo più grande". Un appello che non pare aver fatto troppa presa. "Del resto - sottolineano molti utenti con commenti sui social -, se i negozi sono aperti è legittimo poter fare acquisti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, folla in centro: "Siamo a 60mila morti, così non va" / FOTO

FirenzeToday è in caricamento