Coronavirus e scuola: donati 280 tablet per la didattica a distanza

I dispositivi saranno consegnati ai 24 istituti comprensivi della città grazie ai Quartieri e alla partnership tecnica dell’Opera Madonnina del Grappa

Fondazione CR Firenze ha donato 280 tablet da destinare agli studenti in difficoltà economica delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Firenze. I dispositivi saranno consegnati a domicilio a bambini e ragazzi nei prossimi giorni per garantire loro l’accesso alla didattica a distanza a causa della sospensione scolastica per l’emergenza sanitaria. L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione CR Firenze e dal Comune di Firenze, in collaborazione con i Quartieri e con la partnership tecnica dell’Opera Madonnina del Grappa.

La chiusura delle scuole disposta dal governo per contenere il Coronavirus ha fatto emergere prepotentemente la difficoltà di accesso alla didattica a distanza per alcuni studenti in condizione di disagio economico-sociale. Il grido d’allarme è arrivato dalle famiglie, le quali si sono rivolte subito alle scuole per segnalare l’impossibilità di utilizzare le piattaforme indicate dai docenti. In alcuni casi a causa della mancanza di pc o altre strumentazioni, in altri poiché all’interno delle famiglie più numerose è spesso disponibile un solo dispositivo per più figli. L’Assessore all’Educazione Sara Funaro ha recepito subito l’esigenza che la Fondazione ha fatto propria decidendo di finanziare l’acquisto di 280 tablet. I dispositivi saranno distribuiti alle famiglie indicate dai 24 istituti comprensivi di Firenze grazie ai Quartieri e alla partner tecnica dell’Opera Madonnina del Grappa.

“La didattica a distanza per la prima volta si inserisce nella vita scolastica dei ragazzi come una modalità necessaria per accedere all’istruzione – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze -. Questo ha fatto emergere purtroppo una disparità fra studenti appartenenti a famiglie che possono permettersi un computer o un tablet e studenti che invece vivono condizioni di fragilità e difficoltà economiche. La Fondazione è convinta che l’educazione sia invece un bene di tutti e tutti debbano essere messi nella condizione di potervi accedere. Da qui nasce con convinzione la nostra donazione”.

“La scuola è il luogo dove le uguaglianze o le disuguaglianze sociali emergono in modo più evidente. Per questo abbiamo il dovere di offrire pari opportunità per l’inclusione nel sistema scolastico, a maggior ragione in questo periodo in cui la didattica si svolge a distanza - dice l’assessore all’educazione Sara Funaro -. Questo è il principio imprescindibile su cui stiamo lavorando in queste settimane difficili. Attraverso i dirigenti scolastici e gli insegnanti abbiamo fatto una ricognizione per capire quali fossero le situazioni più difficoltose per l’accesso alla didattica a distanza e grazie alla Fondazione CR Firenze, sempre attenta a queste necessità, siamo adesso in grado di consegnare tablet a 280 famiglie che non hanno mezzi per seguire le lezioni on line. In fase di consegna verificheremo anche la presenza di una connessione internet e, nel caso mancasse, provvederemo ad attivarla. Ringrazio, oltre alla Fondazione CR Firenze, anche l’Opera della Madonnina del Grappa per il fondamentale supporto in questa iniziativa e i cinque Quartieri della città con i quali effettueremo la distribuzione dei tablet”.

“Questa emergenza rischia di ampliare le povertà e di penalizzare i più deboli - aggiungono don Corso e don Vincenzo dell’Opera Madonnina del Grappa - L’Opera da sempre attenta a portare un aiuto concreto ai deboli ha collaborato fattivamente a questa iniziativa. Anche la scuola professionale don Facibeni ha attivato la didattica on line e distribuito agli studenti in difficoltà schede sim per il collegamento alla rete e tablet per non lasciare indietro nessuno”.

“Il diritto allo studio è uno dei fondamenti della nostra Repubblica e, pertanto – sottolineano i presidenti dei Quartieri Maurizio Sguanci (Q1), Michele Pierguidi (Q2), Serena Perini (Q3), Mirko Dormentoni (Q4), Cristiano Balli (Q5) – in questo momento difficile è giusto dare il nostro supporto alle scuole per ogni esigenza che possiamo contribuire a risolvere. Collaboriamo volentieri per la distribuzione dei tablet agli studenti con l’assessorato all’Educazione e ringraziamo la Fondazione CR Firenze e l’Opera Madonnina del Grappa”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre sempre a sostegno delle famiglie in difficoltà economico-sociale, la Fondazione ha attivato la seconda edizione del bando E-State Insieme, patrocinato dal Comune di Firenze, che mira a offrire percorsi didattico-ricreativi extrascolastici e residenziali a supporto dell’inclusione di minori di 8-13 anni. Il bando si rivolge a organizzazioni o associazioni, anche in partenariato, che dovranno presentare progetti con questo obiettivo da realizzare nelle modalità più idonee alle condizioni sanitarie del momento e del futuro. La scadenza delle domande è il 30 aprile. Per maggiori informazioni consultare il sito www.fondazionecrfirenze.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento