menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus e fase 2, al parcheggio della stazione tariffe più basse

In vista della prima graduale ripartenza, critiche da Forza Italia che chiede la gratuità e la costruzione di nuovi parcheggi

A partire da lunedì 4 maggio Firenze Parcheggi ridurrà la tariffa oraria del parcheggio Stazione di Santa Maria Novella, offrendo al contempo la possibilità di sottoscrivere uno speciale abbonamento settimanale.

È quanto ha deciso la Società fiorentina “per venire incontro alla propria utenza, raccogliendo anche l’invito dell’amministrazione comunale”, fa sapere oggi la stessa partecipata.

Per quanto riguarda le tariffe, queste passeranno dagli attuali 3,80 euro l’ora a 2 euro l’ora, frazionabili alla mezz’ora, dalla seconda ora in poi.

Sempre a partire dal 4 maggio, sarà possibile sottoscrivere un abbonamento settimanale, al costo di 50 euro a settimana, che darà diritto a parcheggiare il proprio mezzo all’interno della struttura 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Tale abbonamento sarà attivabile direttamente alle casse automatiche del parcheggio.

Firenze Parcheggi ricorda inoltre che anche nella struttura della Stazione è attivo il servizio “Card in/card out”, che consente di pagare la sosta tramite carta elettronica, direttamente al colonnino di uscita, senza scendere dall’auto, evitando così di passare dalle casse automatiche.

Uno strumento, questo, particolarmente utile in questi giorni, poiché garantisce il corretto distanziamento sociale tra gli utenti.

Per utilizzare il servizio sarà necessario accostarsi alle colonnine di ingresso, avvicinare al terminale POS integrato la carta di credito o debito (Contactless), ed attendere che la sbarra si alzi.

All’uscita l’utente può decidere se pagare semplicemente avvicinando la carta al lettore, oppure utilizzare il tastierino numerico integrato nell’apparato della colonnina.

Nei giorni scorsi il sindaco Nardella, annunciando un piano mobilità per evitare la corsa all'auto e gli ingorghi a partire dal 4 maggio, aveva chiesto tra le altre cose a Firenze Parcheggi di abbassare le tariffe dei parcheggi. Ora è da vedere se le tariffe saranno abbassate anche in altri parcheggi.

Proprio sul tema parcheggi ieri Forza Italia era andata all'attacco dell'amministrazione comunale. “Il sindaco Nardella resta quello del ‘lasciate l’auto a casa’. Come se il problema che dovremo fronteggiare dal 4 maggio fossero gli ingorghi. Magari, saremmo nella normalità, nonostante le tanto decantate tramvie. È arrivato il momento di dire basta all’ecologismo ad ogni costo e affrontare la realtà di questa emergenza", le parole del capogruppo a Palazzo Vecchio di Forza Italia Jacopo Cellai.

"L’auto privata è il mezzo più sicuro, non si può pensare di scoraggiarne l’uso (il sindaco ha invece fatto appello a non ricorrere in massa al mezzo privato, ndr). Occorre - prosegue Cellai -, riaprire la Ztl (per il momento resterà in vigore, ndr) e che il Comune si imponga sulla partecipata Firenze Parcheggi per rendere gratuiti da subito i parcheggi a ridosso del centro storico, oltre a costruire i parcheggi che mancano”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento