Cronaca

Coronavirus, ma chi sono i congiunti? Impazza l'ironia social e Palazzo Chigi chiarisce: sì a fidanzati e affetti stabili

La definizione lascia più di qualche perplessità, la 'rettifica' pure: "Congiunti sono anche gli affetti stabili"

Nella fase 2 del coronavirus, in partenza il 4 maggio, potremo tornare a visitare i 'congiunti'. Ma chi sono? Nel testo del decreto annunciato da Conte domenica sera si chiarisce che verranno consentiti gli spostamenti per incontrare congiunti "purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie".

Niente pranzi e cene di famiglie allargate insomma, ma solo di visite mirate ai 'congiunti' appunto, termine che ha creato una certa confusione.

Una definizione del termine si ricava dal codice penale dove, all’articolo 307 quarto comma, viene spiegato che per “prossimi congiunti” si intendono le persone legate da un vincolo affettivo-giuridico quali "ascendenti, discendenti, coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, fratelli, sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti”.

Polemiche e proteste ovviamente sono nate circa l'esclusione della possibilità di far ricongiungere le coppie prive di un legame giuridico. Allo stesso modo è scoppiata l'ironia social.

Palazzo Chigi ha quindi chiarito che per congiunti si intendono conviventi, ma anche fidanzati e 'affetti stabili'. E anche qui ci sarebbe non poco da discutere su cosa si possa intendere per 'affetti', cosa per 'stabili' e cosa per 'affetti stabili' (l'amante rientra nella categoria? Scherzano in molti sul web).

Gli spostamenti per gli incontri con i congiunti sono comunque consentiti solo all'interno della propria regione. Per andare in una regione diversa da quella in cui ci si trova bisognerà autocertificare motivi di lavoro, di salute e di assoluta urgenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, ma chi sono i congiunti? Impazza l'ironia social e Palazzo Chigi chiarisce: sì a fidanzati e affetti stabili

FirenzeToday è in caricamento