Coronavirus: i cinesi ricoverati a Roma in condizioni discrete

I medici dell'ospedale Spallanzani hanno isolato il virus

I due cittadini cinesi ricoverati per coronavirus allo Spallanzani di Roma sono in condizioni discrete anche se il monitoraggio continua. La coppia, proveniente dalla città di Wuhan, aveva trascorso mezza giornata a Firenze prima di arrivare nella capitale dove poi si è sentita male ed è stata ricoverata presso l’Istituto Nazionale per le Malattie infettive Lazzaro Spallanzani. 
La coppia pur mantenendo condizioni cliniche discrete presenta "polmonite virale con interessamento alveolo interstiziale bilaterale". 

Per quanto riguarda le 20 persone, che hanno avuto contatto con la coppia cinese positiva all’infezione da nuovo coronavirus, continuano ad essere osservate presso l’Istituto Spallanzani. Sono tutte in buone condizioni generali e la loro salute non desta preoccupazioni.   

Presso l’Istituto sono ricoverati in questo momento 23 pazienti provenienti da zone della Cina interessate dall’epidemia e tutti loro sono stati sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus, tutt’ora in corso.  

Altri 13 pazienti sono stati isolati nell'Istituto e dimessi dopo il risultato negativo dei test per la ricerca del nuovo coronavirus. Ne verranno dimessi ulteriori 5 in data odierna. 

Isolato il virus allo Spallanzani
 
Il virus cinese, quello del coronavirus, è stato isolato dai medici dell'ospedale Spallanzani di Roma. Lo ha annunciato e spiegato la virologa Maria Capobianchi. Oltre la questione medico scientifica c'è anche quella operativa. La scoperta è ora a disposizione della comunità scientifica mondiale.

I virologi dell’Istituto “Lazzaro Spallanzani”, a meno di 48 ore dalla diagnosi di positività per i primi due pazienti in Italia, sono riusciti, primi in Europa, ad isolare il virus responsabile dell’infezione.

Avere a disposizione in modo così tempestivo il virus è un passo fondamentale che permetterà di perfezionare i metodi diagnostici esistenti ed allestirne di nuovi. La sequenza parziale del virus isolato nei laboratori dello Spallanzani, denominato 2019-nCoV/Italy-INMI1, è stata già depositata nel database GenBank, e a breve anche il virus sarà reso disponibile per la comunità scientifica internazionale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 26 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento