Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus: cluster Mugello, due tredicenni contagiati dall'animatore

Uno è da confermare. Primi responsi dai tamponi effettuati sui ragazzi del centro estivo

Sono 9 i casi di Coronavirus confermati nelle ultime 24 ore in provincia di Firenze, di cui 7 relativi al focolaio che si registra nel Mugello.

Qui, ha dichiarato l’assessore regionale alla salute Stefania Saccardi, "sono già 176 i contatti stretti individuati dall'Asl che sono stati sottoposti a obbligo di quarantena in Mugello. Le procedure sanitarie stanno andando spedite”

L'attenzione delle autorità sanitarie si concentra in particolare sui contatti del giovane animatore del campo scuola di Borgo San Lorenzo, che ha scoperto di essere contagiato nonostante il suo medico di famiglia non avesse ritenuto necessario sottoporlo a tampone, dato che aveva avuto un solo giorno di febbre.

L’animatore, 18 anni, per senso di responsabilità ha comunque preferito farlo e si è rivolto a un laboratorio privato che, però, stava tardando nel rendere disponibili esito e dati sulla piattaforma regionale. Se il padre del ragazzo non avesse allertato l’Asl, quindi, si sarebbe perso ulteriore tempo prezioso nel tracciamento dei contatti.

Decine di contatti: l'animatore infatti segue almeno una quarantina di ragazzi sui 13 anni, a Borgo San Lorenzo (Firenze) insieme a una decina di altri giovani animatori. Ora è scattata la corsa a tracciarli tutti. Ieri, sabato 25 luglio, sono stati eseguiti più di 70 tamponi, nell'ambito dell'inchiesta epidemiologica dell'Asl. Altri sono in programma nei prossimi giorni.

Oltre agli operatori dell’Igiene, ieri a Borgo sono intervenute anche 4 Usca che hanno visitato e tamponato tutti i ragazzini e gli educatori del centro estivo.

Tra i giovani seguiti dall'animatore sottoposti al tampone, ci sarebbero già due positivi: uno certo, che dormiva in camera con l’educatore positivo. L'altro 'positivo a bassa carica', quindi tecnicamente da confermare.

Non è escluso che altri casi di positività vengano accerati nelle prossime ore tra i minori, via via che arriva l'esito delle analisi.

Nei prossimi giorni peraltro la campagna "Movida si...cura" che la scorsa notte ha esordito a Firenze in piazza Santo Spirito, farà tappa proprio in Mugello per rilanciare l'importanza della prevenzione e della responsabilità.

Ma ciò non basta, secondo l'assessore Saccardi. "Un’attenzione particolare si richiede anche a chi rientra dai paesi per i quali sono previsti l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria” sottolinea l'assessore, facendo riferimento ai rientri in Italia da Paesi - in primis la Romania e la Bulgaria - in cui il virus sta ancora 'girando' con forza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: cluster Mugello, due tredicenni contagiati dall'animatore

FirenzeToday è in caricamento