menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus e città d'arte: le 9 proposte di Nardella al governo per ripartire

Incontro on line con il viceministro Fratin e la sottosegretaria Ascani: tra le richieste la riduzione degli affitti commerciali, il passaporto vaccinali, la riapertura delle fiere, l'azzeramento del Cosap e la riduzione della Tari

Un incontro con il viceministro dello sviluppo economico Gilberto Pichetto Fratin e la sottosegretaria Anna Ascani per portare all’attenzione del governo le richieste del territorio raccolte dal sindaco Dario Nardella nel corso di incontri avvenuti nelle ultime settimane con realtà imprenditoriali della città. Si è svolto ieri in via telematica - ha partecipato anche l’assessore al bilancio e al commercio Federico Gianassi - e al governo il sindaco porta varie richieste, tra le quali la riduzione degli affitti commerciali, la riapertura delle fiere internazionali, l’introduzione del Passaporto Sanitario Europeo, un sostegno economico alle imprese in difficoltà, l’azzeramento del Cosap, la riduzione della Tari, e il supporto economico alle attività colpite dalla crisi.

Nel documento presentato a Fratin e Ascani sono state avanzate nove proposte contenenti misure di sostegno alle categorie economiche nelle città d’arte, colpire in maniera durissima dalla crisi.

Firenze ha subito una contrazione del turismo mai vista prima (il Centro Studi Turistici di Firenze stima un calo di oltre il 60% in Toscana nel 2020) che ha avuto ripercussioni su tante attività economiche collegate.

“Per questo è necessario promuovere delle misure di intervento specifiche per mitigare le situazioni di difficoltà di tante PMI che rappresentano una parte fondamentale del nostro tessuto economico, in particolare nei settori del commercio, dell’artigianato e dei servizi turistici”, si legge nel documento consegnato.

“Abbiamo portato all’attenzione dei due rappresentanti del ministero dello sviluppo economico una nota con la sintesi di tutti i punti che abbiamo raccolto in questi ultimi 10 giorni nel corso di numerose riunioni ed incontri avuti con tutte le realtà imprenditoriali della nostra area", ha spiegato Nardella.

“Abbiamo chiesto tra le altre cose - aggiunge Gianassi -, il taglio degli affitti, l’azzeramento del Cosap e sostegni per la riduzione della Tari. Si tratta di misure molto importanti per sostenere il mondo del lavoro oggi fortemente provato dalla crisi”.

Di seguito il dettaglio delle proposte presentate al governo:

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento