Coronavirus: serve alcolici da asporto dopo le 21, chiuso il Caffè Notte in Santo Spirito

Blitz della polizia amministrativa in via delle Caldaie. Sanzionato il titolare

Chiusura obbligata a causa della licenza sospesa, per due giorni, al Caffè Notte di via delle Caldaie, dietro piazza Santo Spirito.

Il motivo è il mancato rispetto dell'ordinanza comunale che vieta la vendita di alcolici da asporto dopo le 21, misura resa necessaria per evitare il più possibile gli assembramenti nelle piazze calde della movida cittadina.

Il Caffè Notte è stato 'visitato' ieri sera dagli agenti della polizia amministrativa, intorno alle 23:30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine del controllo ,è stata elevata la sanzione di 400 euro al titolare. Contestualmente, gli è stata sospesa con effeto immediato la licenza, per due giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento