Coronavirus, Chianti cluster: 28 contagiati nella Rsa. A Sesto Fiorentino altro focolaio in una casa di riposo

Si riaccende l'allerta Covid-19 nelle residenze per anziani di Firenze e provincia

Si riaccende l'allerta Coronavirus nelle rsa fiorentine. Due i focolai che si registrano in altrettante residenze sanitarie assistenziali, per 46 anziani positivi totali.

All’Istituto San Giuseppe di Sesto Fiorentino ci sono 8 ospiti (su 50 totali) e 2 operatori contagiati, alla Rosa Libri di Greve in Chianti sono ben 38 su 44 ospiti. Due sono stati ricoverati, uno dei quali ha 105 anni.

Coronavirus: scoppia il caso a Greve in Chianti

L'asl sta mandando infermieri in aiuto: il personale ammalato, infatti, viene sostituito da professionisti dell’azienda sanitaria. Ed è pronto un protocollo integrativo.

I 6 anziani che ancora resistono al virus nella Rsa di Greve, con tampone negativo, sono stati spostati al terzo piano della struttura, isolati dai positivi al virus.

Coronavirus: i numeri della Toscana 

Asl in sostegno

Nella residenza chiantigiana il contagio si sta estendendo anche fra gli operatori, una decina in tutto (due nuovi casi emersi ieri). Per questo la casa di riposo è stata affiancata dall’Asl nella gestione di questa delicata fase (con il contributo di personale, in particolare infermieristico, e di tutte le necessità che emergono) secondo quanto previsto dalla nuova ordinanza, la numero 89, la prima firmata dal governatore toscano Eugenio Giani, appena proclamato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa dice l'ordinanza 

L’ordinanza, rivolta alla salvaguardia della salute di ospiti e operatori delle residenze sanitarie assistenziali per anziani e disabili, valida fino a fine dello stato di emergenza, prevede appunto la presa in carico degli ospiti positivi al Covid nelle Rsa da parte del servizio sanitario pubblico, l’eventuale subentro o l’affiancamento delle Asl nella gestione dell’emergenza della dirigenza delle strutture assistenziali, la separazione degli ambienti per accogliere gli ospiti positivi, isolandoli dai negativi, il supporto delle squadre specialistiche Girot che si occupano della salute dei pazienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: sfondata quota 1.000 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento