menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viali, l'urlo del ladro per sfuggire alla cattura: "Ho il coronavirus"

In piazza della Libertà, mentre la squadra mobile lo arrestava per furto su auto

Sorpreso a rubare su un'auto in sosta, un cittadino marocchino di 37 anni ha tentato di sfuggire all'arresto, urlando "ho il coronavirus" per indurre gli agenti della squadra mobile a indietreggiare, facendolo allontanare e permettendogli così la fuga.

Gli è andata male: i poliziotti in borghese non hanno battuto ciglio e nonostante si divincolasse cone un forsennato, l'hanno bloccato e arrestato per furto aggravato, poiché colto in flagranza di reato. Quindi lo hanno sanzionato per l'inosservanza del decreto "Cura Italia".

Quando è stato fermato, intorno alla mezzanotte tra mercoledì e giovedì - in piazza della Libertà, lato via San Gallo - il "topo d'auto" aveva infranto il finestrino di una Volkswagen T-Roc con una calamita, e rovistato nell'abitacolo portando via pochi euro spiccioli e un caricabatterie da cellulare.

Lo stesso uomo, poi rilasciato, è stato nuovamente denunciato ieri sera, giovedì, ancora per tentato furto aggravato su auto. In questo caso a dare l'allarme è stato un passante, in piazza Indipendenza, che ha sentito un vetro andare in frantumi e ha chiamato il 113.

L'uomo è fuggito in direzione della Fortezza ma è stato fermato nel giro di poco dalla polizia. Addosso aveva pochi euro, ritenuti provento del furto. Nei giorni scorsi si erano verificati diversi altri furti su auto in città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento