Coronavirus: un caso positivo nella polizia municipale

Disposta la sanificazione dei luoghi in cui ha lavorato

Ieri pomeriggio l’Azienda sanitaria centro ha comunicato all’amministrazione comunale la positività al Covid-19 di un componente della polizia municipale. La persona era assente dal servizio dal 14 marzo e nei giorni scorsi aveva perso entrambi i genitori. È già stata disposta la sanificazione immediata dei locali dove lavorava il dipendente e, nelle more della definizione della analisi epidemiologica in corso da parte della ASL e della eventuale disposizione di quarantena, è stato disposto a titolo precauzionale di tenere a casa i colleghi che possono essere venuti in contatto stretto con la persona risultata positiva, nei tre giorni antecedenti l’ultimo giorno di lavoro prima della malattia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus: il nuovo decreto di Conte

“Il caso dell’agente della Polizia Municipale del Comune di Firenze positivo al Covid-19 è la dimostrazione che, nonostante gli annunci stampa, i tamponi in Toscana ancora non si fanno tempestivamente -dichiara il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi), che da giorni chiede alla Regione Toscana di adoperarsi per l’uso più esteso dei tamponi faringei- L’assessore Saccardi batta un colpo. Faccia luce sulla questione per cui all’agente il tampone sia stato fatto solo dopo il suo arrivo in ospedale. La funzione dei tamponi deve essere anche preventiva oltre che diagnostica. In questa fase avanzata del contenimento, come dimostra il caso della Lombardia, il tampone non ha solo la funzione di accertare la positività del paziente, ma è strategico per tracciare i contatti diretti delle persone con il paziente stesso. Questo è ancora più importante nel caso degli operatori sanitari e forze di polizia che quotidianamente sono a contatto con i cittadini. L’Asl disponga subito i tamponi ai 35 contatti stretti dell’agente che attualmente sono in quarantena, e si effettui l’analisi epidemiologica specifica per circoscrivere l’area di diffusione. Rossi e Saccardi avevano annunciato migliaia di tamponi, sono rimasti annunci però”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento