Cronaca

Coronavirus: quattro nuovi casi di variante Delta nel Fiorentino

Hanno tra i 16 e i 53 anni, per tutti sintomi lievi. La Regione chiede alle Asl tracciamento a tappeto

Quattro nuovi casi di variante Delta ieri sono stati riscontrati nella provincia di Firenze. Come riporta oggi La Nazione, hanno 16, 25, 41 e 53 anni e sono due di Pelago, uno di Vaglia e uno di Campi Bisenzio. Sono già in isolamento ed è partito il tracciamento dei contatti. Hanno tutti sintomi lievi che non destano, almeno per il momento, preoccupazione.

Nessuno era di ritorno dall'estero e, come riporta sempre la Nazione, uno di loro aveva ricevuto già le due dosi di Pfizer mentre un altro solo la prima dose di vaccino. Cosa che conferma che il vaccino non impedirebbe il contagio ma quanto meno eviterebbe sintomi gravi.

Nel frattempo la Regione ha chiesto alle Asl toscane, visto anche il numero molto basso di nuovi casi quotidiani negli ultimi giorni, un tracciamento a tappeto dei contatti dei nuovi positivi, soprattutto per le sospette o le confermate varianti Delta (il ceppo scoperto in India e poi definito con la quarta lettera dell'alfabeto greco).

Proprio per il basso numero dei casi ieri il presidente della Regione Eugenio Giani, in occasione dell'inaugurazione di un nuovo centro vaccinale al centro commerciale I Gigli, ha mostrato ottimismo.

"La variante Delta ce la prendiamo. Cercheremo di sequenziarla e di capirne le caratteristiche, ma finché si muove in un contesto, come quello toscano che vede 18 contagi al giorno (questo il numero registrato ieri, martedì, ndr) su 273 comuni, la affrontiamo per quella che è, con la fiducia che la vaccinazione superi qualsiasi logica di variante, variantina e sequenziazione", dice Giani. Come dire: numeri così bassi non ci preoccupano.

"Non voglio apparire persona che sminuisce - prosegue infatti -, ma voglio anche essere una persona equilibrata che non vuol vedere in ogni giorno il pelo nell'uovo su ciò che c'è di negativo. La Toscana, ce lo ha detto il ministro Speranza, si sta dimostrando un modello virtuoso e positivo di contrasto al Covid. Diciotto casi sono il record assoluto in termini di minor numero di contagi".

Oggi, mercoledì, i nuovi casi sono stati 37 (il bollettino completo uscirà all'ora di pranzo) e le dosi di vaccino somministrato, come scrive lo stesso Giani su Facebook, hanno superato i 3 milioni: per la precisione a stamani risultavano somministrate oltre 3 milioni e 25mila dosi, con oltre 30mila dosi di vaccino e punte di 35mila al giorno negli ultimi giorni.

Fronte vaccini che però in questo momento preoccupa. Per garantire tutte le prime dosi prenotate e i richiami nel mese di luglio mancherebbero al momento circa 105mila dosi di Pfizer. In parte saranno coperte dalle scorte. "Speranza e Figliuolo mi hanno assicurato che manderanno forniture sufficienti", assicura il presidente della Regione.

Al momento sul portale è possibile prenotare il vaccino solo per le categorie fragili e per i nati tra il 1941 e il 1961. Staremo a vedere. Dal bollettino di ieri, nota positiva, non risultava nessun nuovo caso tra gli over 60 e, come noto, nelle fasce di età inferiore le conseguenze sono solitamente meno gravi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: quattro nuovi casi di variante Delta nel Fiorentino

FirenzeToday è in caricamento