Cronaca Viali / Viale Spartaco Lavagnini

Il coronavirus ferma i cantieri della tramvia: “Molto difficile farli partire in estate”

Il sindaco Nardella a LadyRadio: “Ma le tramvie si faranno, da rivedere gestione e finanziamento dei cantieri”

L'emergenza coronavirus ferma, almeno temporaneamente, i cantieri della tramvia in programma per quest'estate, e cioè il braccio che, partendo dalla Fortezza da Basso, dovrebbe percorrere viale Lavagnini, piazza Libertà, entrare in via Cavour fino a piazza San Marco e poi tornare sui viali attraverso via La Marmora.

Ormai appare quasi una certezza, tanto che, seppur ancora l'ufficialità non c'è, le parole rilasciate questa mattina dal sindaco Dario Nardella a LadyRadio lasciano pochi dubbi.

“Sarà molto, molto, molto complesso farli partire (i cantieri, ndr) in estate”, ha ammesso Nardella all'emittente fiorentina.

Forti dubbi sulla possibilità che il cronoprogramma procedesse senza intoppi erano naturalmente già nell'aria, ma finora da Palazzo Vecchio non erano mai arrivate parole così nette.

“Dobbiamo rivedere tutto il modello di gestione e di finanziamento dei cantieri”, ha proseguito il sindaco, che ha poi ad ogni modo riaffermato la volontà di realizzare le nuove linee, con tempi appunto magari da rimodulare.

“Le tramvie si faranno, questo lo voglio dire perché c’è già chi comincia a speculare, a fare polemica o ad approfittare per dire che si butta tutto all’aria. No - ha ribadito il sindaco -, le tramvie si faranno”. Da vedere, semmai, il come e il quando.

Tramvia: come si viaggerà nella 'fase 2'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il coronavirus ferma i cantieri della tramvia: “Molto difficile farli partire in estate”

FirenzeToday è in caricamento