Coronavirus: Bergamo-Firenze, viaggio nel dolore. Altre 13 vittime in arrivo a Trespiano

I feretri sui mezzi dell'Esercito

Altre 13 salme di cittadini lombardi stanno arrivando in queste ore da Seriate (Bergamo) al tempio crematorio di Trespiano a Firenze. Si tratta di persone decedute con il Coronavirus nel bergamasco.

Data la situazione sanitaria nella regione del Nord, infatti, nelle scorse settimane era stato siglato un accordo tra il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e quello fiorentino Dario Nardella: Firenze avrebbe aiutato Bergamo in un momento così triste e difficile per tutti.

E così è stato. Già nei giorni scorsi, erano arrivate a Traspiano decine di feretri provenienti dal bergamasco.

Oggi i feretri sono partiti da Bergamo intorno alle 11. Li trasportano i mezzi dell'Esercito, incolonnati. Una scena già vista altre volte, nelle scorse settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma che continua a destare grande impressione. E alla quale è impossibile abituarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pizzerie di Firenze tra le migliori 50 d'Italia

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Viabilità: A1, chiudono l’uscita Firenze Scandicci e il parcheggio di Villa Costanza

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento