Cooperante morto a Capo Verde: aperta inchiesta per omicidio

La Procura di Roma apre fascicolo: salma trasferita al Gemelli per una seconda autopsia

La Procura della Repubblica di Roma ha aperto un'inchiesta sulla morte di David Solazzo, il cooperante fiorentino di 31 anni morto il primo maggio snella sua abitazione sull'isola di Fogo, nell'arcipelago di Capo Verde: l'ipotesi di reato è omicidio.

A darne notizia il legale della famiglia del giovane cooperante, l'avvocato Giovanni Conticelli. La salma del giovane cooperante, rientrata ieri pomeriggio in Italia all'aeroporto di Fiumicino, sarebbe per questo motivo stata sequestrata e trasferita al policlinico Gemelli dove verrà eseguita una seconda autopsia.

Dal primo esame eseguito sull'isola di Fogo David presentava tre profonde ferite da taglio sul braccio destro. Gli inquirenti capoverdiani propendono per l'ipotesi dell'incidente domestico, ma i familiari del 31enne ritengono questa ricostruzione non credibile.

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

Torna su
FirenzeToday è in caricamento