Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Controlli nei laboratori cinesi: lavoratori monitorati con le telecamere

Multe per oltre 50mila euro. Intervento dei Forestali col personale dell’Ispettorato del Lavoro e dell’Asl

 

I carabinieri della Forestale hanno eseguito delle ispezioni presso alcune ditte gestite in prevalenza da cittadini di nazionalità cinese, nei comuni di Vinci e Cerreto Guidi. Nel corso dell’attività, sono state ispezionate quattro aziende e sono stati verificati una trentina di lavoratori in maggioranza di nazionalità cinese, di cui nove risultati a “nero” e quattro clandestini.  

Sono state notificate da parte dell’Ispettorato del Lavoro due sospensioni dell’attività imprenditoriale, sussistendo il requisito del superamento del 20% dei lavoratori a nero tra quelli presenti e sono state irrogate sanzioni amministrative per un totale di euro 39.700,00.

Un imprenditore cinese è stato denunciato per l’impiego di manodopera clandestina ed un secondo imprenditore di nazionalità del Bangladesh per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. 

Un altro imprenditore, sempre di nazionalità cinese, è stato segnalato all’autorità giudiziaria perché nel corso dell’attività è stato riscontrato un impianto audiovisivo nei luoghi di lavoro non autorizzato, strumentale al controllo dei lavoratori durante le loro attività. 

Per due imprese, l’Asl ha impartito prescrizioni per i luoghi adibiti a dormitori non conformi alla normativa vigente, essendo state riscontrate condizioni igienico sanitarie assolutamente precarie. Contestato anche il reato di abuso edilizio

Elevate dai Forestali ulteriori sanzioni amministrative per euro 10.000, in base al Testo Unico Ambientale, per la mancata tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti. Inoltre, in un’azienda gestita da un cittadino italiano sono stati sequestrati tre fucili detenuti illegalmente. Il proprietario è stato denunciato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento