Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / piazza Santa Croce

Piazza Santa Croce: controlli contro chi fa pipì sui muri, multa da 160 euro

La polizia municipale ha multato un 23enne scoperto a orinare su un muro di piazza Santa Croce. Il giovane è fuggito ma è stato raggiunto. Multato di 160 euro anche un 22enne

Controlli serrati contro il degrado in una delle piazze della movida fiorentina. A mezzanotte di sabato una pattuglia di vigilesse antidegrado ha fermato uno studente lombardo di 23 anni scoperto ad orinare su un muro vicino a piazza Santa Croce. Il giovane prima ha dato false generalità, ha spinto una vigilessa per non farsi multare, poi è scappato dalla polizia municipale due volte, si è nascosto dietro cassonetti, auto in sosta, e contro battenti dei palazzi: ma alla fine lo hanno fermato in piazza Santo Spirito.

DINAMICA -  Secondo quanto si apprende dalla polizia municipale, all'inizio del controllo lo studente ha detto di non avere documenti e ha fornito delle generalità che poi si sono rivelate false; nel frattempo, però, ha spinto una vigilessa ed é scappato. Lo hanno inseguito in tre, una funzionaria della polizia municipale e due agenti donna. In piazza Signoria lo hanno rintracciato di nuovo e lo hanno fermato per identificarlo. Ma è fuggito ancora, ha superato Ponte Vecchio e - sempre inseguito dalle vigilesse del Comune di Firenze - si é rifugiato in piazza Santo Spirito. A questo punto è scattata la denuncia penale per resistenza, oltre ai 160 euro di multa per aver orinato su un muro.

MULTA - Sempre sabato sera, intorno alle 23.30, le stesse vigilesse, in servizio in abiti civili, hanno sorpreso un altro studente, un fiorentino di 22 anni, ad orinare contro un muro di piazza Santa Croce: lo hanno identificato e multato di 160 euro senza problemi. Il ventiduenne si sarebbe giustificato dicendo che non avrebbe fatto in tempo ad arrivare a casa.
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Santa Croce: controlli contro chi fa pipì sui muri, multa da 160 euro
FirenzeToday è in caricamento