rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Contro le barriere architettoniche Scandicci sceglie l'app Comuni-Chiamo

Il Comune di Scandicci sceglie Comuni-Chiamo per Superiamole! Progetto nato per rendere la città un luogo accessibile a tutti grazie alla collaborazione dei cittadini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

(Bologna, 16 luglio 2015) Dopo aver adottato la piattaforma Comuni-Chiamo per gestire le segnalazioni fatte dai cittadini, il Comune di Scandicci (FI) sceglie Comuni-Chiamo anche per sviluppare Superiamole!, progetto attivato per censire ed eliminare le barriere architettoniche presenti in città attraverso la partecipazione dei cittadini. L'obiettivo? Rendere la città completamente accessibile.

L'Amministrazione Comunale ha scelto ancora questa piattaforma per la facilità e precisione con cui chiunque può segnalare un ostacolo attraverso il sito web o l'app per smartphone, grazie a un sistema di geolocalizzazione automatico, la possibilità di caricare immagini e scrivere un commento.

Ad oggi attraverso Comuni-Chiamo sono state censite 83 diverse barriere architettoniche ed ora che il progetto è entrato nella fase di elaborazione delle soluzioni per ognuna verrà studiato un apposito percorso di rimozione.

"Con Superiamole! vogliamo che Scandicci diventi una città finalmente accessibile a tutti, indipendentemente dalla propria condizione di abilità: la presenza di barriere architettoniche, infatti, è un limite per tutta la popolazione, dai bambini agli anziani fino a persone con disabilità" così commenta Andrea Giorgi, Vicesindaco di Scandicci.

"Abbiamo creato Comuni-Chiamo per facilitare il dialogo e la collaborazione tra cittadini e Comuni: il progetto Superiamole! è la dimostrazione che, una volta iniziato, questo rapporto può avere sviluppi che vanno ben oltre il semplice "segnalare una buca", con evidenti benefici per tutta la collettività" dice Gilberto Cavallina, Co-founder di Comuni-Chiamo.

--------------

SUPERIAMOLE! IN DETTAGLIO

Organizzato dagli assessorati alle Politiche sociali e ai Lavori pubblici del Comune di Scandicci in collaborazione con la Società della Salute dell'area Fiorentina Nord Ovest e con il Crid, il Centro regionale d'informazione e documentazione, Superiamole! si sviluppa in tre fasi: da gennaio a giugno 2015 c'è stata la fase di raccolta delle segnalazioni, da luglio a dicembre 2015 - attraverso la creazione di gruppi tecnici - si individueranno i percorsi per eliminare le barriere, da gennaio 2016 si avvieranno le procedure per rimuoverle.

PROFILO DI COMUNI-CHIAMO - www.comuni-chiamo.com

Comuni-Chiamo nasce nel 2011 dall'idea di Gilberto Cavallina, Matteo Buferli, Jason Boon e Jacopo Solmi, quattro studenti dell'Alma Mater Studiorum di Bologna che avevano un sogno: innovare la Pubblica Amministrazione italiana.

Oggi Comuni-Chiamo è un software gestionale di successo, grazie anche alla semplicità con cui si usa: accedendo a Comuni-Chiamo da Pc o smartphone (grazie all'app disponibile per iOS e Android) ogni cittadino può segnalare in tempo reale i problemi che riscontra in città con luogo, immagini e commento: una buca in strada, un lampione mal funzionante, un tombino intasato sono solo alcuni esempi di segnalazioni che si possono fare. Inserite nel portale, le segnalazioni vengono elaborate dalla piattaforma che attribuisce loro un grado di priorità: in questo modo il Comune saprà esattamente ciò che per i cittadini è più urgente risolvere, risparmiando tempo e risorse, e garantendo un servizio più efficiente e tempestivo.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro le barriere architettoniche Scandicci sceglie l'app Comuni-Chiamo

FirenzeToday è in caricamento