rotate-mobile
Cronaca Fucecchio

Fucecchio, scoperto laboratorio cinese del falso: sequestrati 10mila pezzi pronti per la spedizione

Un uomo di 50 anni denunciato per fabbricazione, importazione e commercio di merce contraffatta

Un vero e proprio laboratorio del falso. E' stato scoperto dalla guardia di finanza a Fucecchio, realizzato nel magazzino di un uomo di origini cinesi di 50 anni, ora denunciato per fabbricazione, importazione e commercio di merce contraffatta.

Le fiamme gialle hanno rinvenuto oltre 10mila pezzi in attesa di essere spediti, già prenotati su internet da ignari clienti che pensavano di comprare prodotti 'veri', presso gli indirizzi forniti dagli acquirenti stessi tramite vari siti web di acquisto.

Le indagini sono durate mesi, coordinate dalla Procura della Repubblica di Firenze, terminate con la perquisizione del laboratorio ed il contestuale sequestro delle migliaia di componenti per abbigliamento ed accessori, con marchio Colmar, Gucci, Chanel, Fendi, Louis Vuitton, Hermès e Burberry. Sequestrati anche tutti i macchinari e gli strumenti atti al relativo assemblaggio.

Le indagini erano state svolte dalle fiamme gialle pisane su alcuni siti di vendita online, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Pisa.

Era così stato scoperto che pezzi falsi, poi da assemblare, arrivavano dall'Asia all'aeroporto Galilei di Pisa. Molti erano diretti all'indirizzo di Fucecchio dove è stato scoperto il laboratorio del falso. In un solo pacco arrivato all'aeroporto, ad esempio, erano stati rinvenuti oltre 30 kg di etichette false di note griffe.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fucecchio, scoperto laboratorio cinese del falso: sequestrati 10mila pezzi pronti per la spedizione

FirenzeToday è in caricamento