rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Stupro alla Fortezza da Basso del 2008: condannati sei membri del branco

Sei giovani sono stati condannati a quattro anni e sei mesi di reclusione per violenza sessuale. Lo stupro ebbe luogo alla Fortezza da Basso nel 2008

Il tribunale di Firenze ha condannato sei italiani, tutti tra i 26 e i 28 anni, a 4 anni e sei mesi di reclusione al termine del processo che li vedeva accusati di aver stuprato una ragazza all’interno di un’auto parcheggiata davanti alla Fortezza da Basso nel luglio del 2008. La condanna in primo grado è sopraggiunta per il reato di violenza sessuale di gruppo, aggravata dal fatto che la vittima era ubriaca. Assolto un settimo componente del branco, un 29enne brasiliano.  

La vittima, che all’epoca dei fatti aveva 23 anni, raccontò che nel periodo successivo ebbe disagi come crisi di panico, rifiuto di manifestazioni pubbliche e depressione.   

SENTENZA - Alla lettura del dispositivo della sentenza erano presenti gli imputati con i loro genitori: molti di loro sono scoppiati in lacrime, mentre altri hanno reagito con espressioni di rabbia e sconforto. I condannati sono Lorenzo Lepori, 28 anni, che era conosciuto anche come regista amatoriale splatter, Riccardo Mechi, 26 anni, Leonardo Nazzereno Victorion, 29 anni, Niccolò De Angelis, 27 anni, Francesco Michelotti, 28 anni e Lorenzo Riccò, 26 anni. Assolto Daniel De Mendoca Stride, brasiliano di 29 anni.

"E' una sentenza da interpretare e molto difficile - ha commentato uno dei difensori, l'avvocato Francesco Maresca - che non accoglie completamente la versione della parte offesa, quando questa afferma che c'é stata una costrizione fisica. I giudici hanno reinterpretato l'episodio come un approfittamento dello stato di inferiorità della ragazza, dovuto ad una ubriachezza che non era stata indotta". Per un altro difensore, l'avvocato Patrizia Polcri, "la ragazza non è stata creduta per intero. Nessuno l'ha costretta a bere. Anche il fatto che De Mendoca sia stato assolto mette in dubbio la credibilità della parte offesa". I difensori hanno annunciato appello.

Oltre alla pena il tribunale ha condannato i sei imputati al risarcimento del danno in favore delle parti civili: la ragazza che denunciò la violenza e il Comune di Firenze. Sia per l'amministrazione fiorentina sia per la ragazza il danno è "da liquidarsi in separata sede", anche se per la ragazza è stata intanto stabilita una provvisionale da 20 mila euro. Il Comune di Firenze aveva chiesto di costituirsi parte civile sia per il danno all'immagine della città sia per il danno alla libertà delle donne.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro alla Fortezza da Basso del 2008: condannati sei membri del branco

FirenzeToday è in caricamento