menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sale slot vicine ai luoghi "sensibili": il Codacons diffida la Questura

Il Coordinamento delle associazioni chiede controlli e l'applicazione della legge

Il Codacons ha inviato una diffida alla Questura di Firenze, e a quella di Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena, chiedendo di adottare provvedimenti urgenti a tutela dell’ordine pubblico e della salute dei cittadini. In sostanza si chiede l’adeguamento alla legge regionale del 18 ottobre 2013, che prevede il divieto di esercizio delle sale giochi ubicate a meno di 500 metri dai luoghi considerati sensibili, quali scuole e centri di aggregazione sociale e culturale.

Visto proliferare di questa tipologie di sale, e la loro ubicazione, il Codacons ha inviato una diffida alle questure di numerose città della Toscana al fine di "avviare le dovute indagini e provvedere a inibire gli atti e i comportamenti lesivi degli interessi dei consumatori e degli utenti" - si legge in una nota - chiedendo anche di "non rilasciare le autorizzazioni per tutti quei locali che risultano ubicati in zona non consentita dalla normativa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Scuola

    Scuole Sicure, monitoraggio online sull’andamento dei contagi

  • Arte: i tesori di Firenze

    Pietà Bandini di Michelangelo: il restauro "live"

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento