rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Perché il Comune di Firenze ha deciso di eliminare i numeri civici rossi

E' l'unica città ad averli insieme a Genova. Una pratica iniziata negli anni '30, ma ora destinata a sparire

I numeri rossi che a Firenze erano stati creati per contraddistinguere gli i civici non abitativi (prevalentemente esercizi commerciali) rimarranno probabilmente soltanto un ricordo. Il Comune ha infatti deciso gradualmente di sostituirli con i numeri neri e lasciare una sola numerazione.

Motivo: i nuovi sistemi di geolocalizzazione (come le app tipo Google maps che sempre di più utilizziamo) vengono messi in difficoltà dalla doppia numerazione. E mandano in confusione chi cerca un luogo. Un problema vero per chi deve effettuare consegne, ma ancor di più per il soccorso d'emergenza, soprattutto lungo le vie molto estese tipo via Faentina, via Pistoiese, via Pisana, ecc.

Firenze è, insieme a Genova, l'unica città d'Italia ad avere la particolarità dei numeri rossi. Una pratica istituita negli ‘30 ed utilizzata per poco più di venti anni. Una caratteristica affascinante, ritenuta però evidentemente inadeguata con le esigenze moderne: la sovrapposizione della doppia numerazione porta molti a sbagliare localizzazione anche di diverse centinaia di metri.

A poco serve anche sapersi orientare con la regola della numerazione, che nelle strade della città è ordinata in modo crescente a partire dal fiume Arno.

La sostituzione sta avvenendo in maniera graduale, anche perché eliminare contemporaneamente tutti i numeri rossi comporterebbe una revisione completa di tutta la numerazione civica cittadina con enormi disagi. Il numero dei civici rossi, in ogni caso, è destinato a diminuire.

Il Comune di Firenze ha anche invitato le aziende che creano e producono cartografie e mappe digitali ad utilizzare gli open data, per evitare di inserire numeri rossi "fuorvianti". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché il Comune di Firenze ha deciso di eliminare i numeri civici rossi

FirenzeToday è in caricamento