rotate-mobile
Cronaca

Blatte, il Comune ai cittadini: "Segnalateci la loro presenza"

Con il caldo la situzione si fa più complicata, Palazzo Vecchio chiede l'aiuto della cittadinanza

Dopo "l'allarme blatte" in centro storico, emerso da un articolo della Nazione uscito ieri, Palazzo Vecchio risponde con una nota pubblica, nella quale invita tra l'altro la cittadinanza a segnalare la presenza degli insetti, per poter così intervenire con la disinfestazione.

"Alia gestisce per conto del comune il servizio di disinfestazione, su segnalazione, per blatte e zanzare su area pubblica. Come da normativa vigente, vengono utilizzati insetticidi ad hoc, a basso impatto, nei tempi e nei modi corretti per impedire la diffusione degli insetti e contemporaneamente non danneggiare l’ambiente, evitando la dispersione di sostanze", si legge nella nota.

"Con l’innalzarsi delle temperature, le blatte si producono molto più rapidamente all’interno dei tombini: per questo si invita la cittadinanza alla collaborazione, segnalando la presenza di blatte su area pubblica ad Alia, attraverso il form web dal portale aziendale, www.aliaserviziambientali.it, oppure contattando il call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile). Le segnalazioni possono essere inviate anche per mail a direz.ambiente@comune.fi.it . L’unico modo per intervenire è, infatti, quello di agire con azioni mirate ogniqualvolta vengano scoperti questi insetti".

"Si raccomanda - si legge ancora -, di evitare interventi fai da te e si ricorda inoltre che l'art. 674 del codice penale prevede il divieto di gettare o versare in luogo di pubblico transito qualsiasi liquido non controllato 'che potrebbe imbrattare o molestare persone'".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blatte, il Comune ai cittadini: "Segnalateci la loro presenza"

FirenzeToday è in caricamento