rotate-mobile
Cronaca

Toscana quinta regione in Italia per furti di moto e scooter

La classifica stilata da Lojack Italia. Ecco quali sono i modelli più rubati

E' in crescita nel 2021 il fenomeno di furti di moto e scooter: lo scorso anno ne sono state sottratte 26.707, contro le 25.273 dell'anno precedente (+5,5%); uno sviluppo trainato dal boom registrato in Campania, regione a maggior rischio furto di due ruote a motore, che ha visto un aumento del 14% dei casi. Un furto su quattro di questi mezzi in Italia avviene a Napoli e nelle altre quattro province campane.

Osmannoro: maxi furto alla Ducati, via moto per 120mila euro / FOTO

Il dato emerge dal 'Dossier sui furti di veicoli', elaborato da LoJack Italia, società del Gruppo CalAmp. Nel 2021 ogni giorno sulle strade italiane sono stati rubati oltre 73 motoveicoli, 3 ogni ora. Di questi solo 9.336, il 36%, ha fatto ritorno a casa. Anche questo fenomeno risulta fortemente concentrato a livello territoriale: in sei Regioni si convoglia oltre l'80% dei casi.

Le sei regioni più 'tartassate' dai furti di moto e scooter

Oltre alla Campania, regina di questa poco invidiabile  graduatoria, nell'ordine le Regioni più colpite sono il Lazio (4.868 casi), la Sicilia (3.833), la Lombardia (3.355), la Toscana (1.620) e la Liguria (1.260).

Da sottolineare che in Campania solo una moto o scooter rubata su cinque viene restituita al proprietario. Un dato impressionante rispetto a tutte le altre regioni italiane.

La top 5 dei modelli più rubati

La top 5 dei modelli più rubati conferma poi il tradizionale primato incontrastato dell'Honda SH (5.196 unità rubate nel 2021). Più in generale, 1 motoveicolo sottratto su 5 è SH.

Staccato di poco meno di 4.000 unità, con 1.393 sottrazioni, si trova il Piaggio Liberty, seguito da Aprilia Scarabeo (1.236), Piaggio Vespa (1.067) e Piaggio Beverly (989).

Ancora una volta si conferma il trend che vede nel nord del Paese le moto rivendute intere o per alimentare il mercato nero dei pezzi di ricambio; nell'Italia centrale i furti alimentare il mercato internazionale di moto rubate dirette verso i paesi dell'Est; nelle  regioni meridionali i furti messi a segno in modo più tradizionale, tramite effrazione, per poi smontare moto/scooter sottratti e venderne i pezzi di ricambio ''usati''.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana quinta regione in Italia per furti di moto e scooter

FirenzeToday è in caricamento