Cronaca

Chiude psichiatria a Santa Maria Nuova, i consiglieri regionali non ci stanno

Servizio trasferito vicino a Careggi

Il Consiglio regionale della Toscana si schiera all'unanimità contro l'ipotesi di chiusura del reparto di psichiatria di Santa Maria Nuova, nel centro di Firenze, e il suo trasferimento alla Casa di cura di Villa Ulivella, in zona Careggi, secondo quanto deciso dalla direzione aziendale. La mozione presentata dal Movimento 5 stelle, a firma Andrea Quartini, impegna la Giunta regionale ''ad attivarsi in modo che i pazienti con le loro associazioni, i professionisti che lavorano negli Spdc (Servizi psichiatrici di diagnosi e cura), i professionisti che lavorano presso il Pronto soccorso e nel servizio di 118 vengano ascoltati presso un tavolo di confronto, in modo da ottimizzare l'attuale ubicazione ed organizzazione, scongiurando l'ipotesi di trasferimento a Villa Ulivella''.

Si tratta di un ''presidio che fornisce prestazioni molto importanti a una fetta di popolazione molto più larga - ha spiegato Quartini -, che interessa anche i tanti turisti, stranieri compresi. Nel 2017, si sono registrati 441 ricoveri e 673 consulenze al Pronto soccorso. Trasferire un reparto come questo a cinque chilometri di distanza e in una struttura privata comporterebbe problematiche enormi".

Nei giorni scorsi il personale sanitario aveva protestato contro la decisione della Asl, adesso anche tutto il consiglio regionale (compresa la maggioranza Pd) si schiera contro. Il trasferimento per l'azienda sanitaria è necessario per ristrutturare la psichiatria, uno degli ultimi reparti di Santa Maria Nuova ad aver bisogno di interventi. Viene comunque promesso un servizio psichiatrico in appoggio al pronto soccorso dell'ospedale del centro storico, proprio per rispondere alle urgenze, che se necessario saranno trasferite a Villa Ulivella per il ricovero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude psichiatria a Santa Maria Nuova, i consiglieri regionali non ci stanno

FirenzeToday è in caricamento