Movida, picchiato davanti alla discoteca: chiuso il Manduca

Il provvedimento è stato emesso dal questore

Quindici giorni di chiusura per la discoteca Manduca di via San Biagio a Petriolo. Ieri è stato notificato il provvedimento emesso dal questore su proposta dei carabinieri. Misura che arriva dopo che i militari erano intervenuti il 12 maggio scorso per una violenta aggressione nel corso della quale un cittadino albanese, percosso dagli addetti alla sicurezza davanti al locale, ha riportato una prognosi di 30 giorni per la frattura della mandibola. Il giovane fu trovato all'esterno senza che gli addetti alla sicurezza avessero contattato i soccorsi.

Il provvedimento arriva dopo una serie di episodi che si sono verificati nei pressi del locale. Il 25 febbraio scorso due minorenni avevano dichiarato di essere stati percossi da alcuni addetti alla sicurezza. E nell'estate 2017, il 13 e il 22 luglio, alcuni clienti hanno riferito di esser stati colpiti dai buttafuori. Fino a risalire al 2015 quando il locale fu protagonista di un analogo provvedimento. Nel giugno del 2016 ci fu una proposta di sospensione, cosa che si verificò il settembre dello stesso anno per mano della polizia municipale.

Il questore ha quindi emesso la sospensione a partire da oggi ritenendo sussistano condizioni di pericolo per l'ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Il titolare del locale potrà fare ricorso contro il provvedimentro entro trenta giorni dalla notifica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • In Toscana torna il weekend in zona gialla: cosa si può fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento