rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Cronaca

Cerci dribbla le multe: 62 sanzioni non pagate a Firenze

I vigili urbani, dopo diversi solleciti, gli hanno inviato quattro cartelle esattoriali. L'attaccante attualmente al Genoa impugna i verbali contestati: si tratta di diverse migliaia di euro

Migliaia di euro di cartelle esattoriali e 62 multe non pagate. E' lo score messo a segno da Alessio Cerci, attaccante del Genoa, che dal 2010 al 2012 avrebbe, secondo i vigili di Firenze, "dribblato" il codice della strada. 

Durante il suo periodo alla Fiorentina, infatti, Cerci avrebbe collezionato soste vietate, violazioni alla Ztl, passaggi in aree non autorizzate.

Una serie lunghissima di verbali che, come riferito da Repubblica.it, il giocatore non ha però mai pagato. Una vicenda mai accantonata, tuttavia, dalle forze dell'ordine. 

Dopo diversi solleciti, i vigili di Firenze gli hanno inviato quattro cartelle esattoriali con la riscossione maggiorata delle cifre contestate.

Ma non finisce qui. Cerci, infatti, promette una battaglia legale e si è affidato all'avvocato Mario Giuseppe Chirco presentando ricorso al giudice di pace di Velletri.

Il comandate dei vigili, Marco Seniga, ha replicato dando mandato all'avvocatura di costituirsi in giudizio a Velletri e, eventualmente, in ogni ulteriore successivo grado di giudizio. Si preannuncia una lunga partita nei tribunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerci dribbla le multe: 62 sanzioni non pagate a Firenze

FirenzeToday è in caricamento