Tutti a cena in Via de' Neri: pace fatta tra residenti e commercianti / FOTO - VIDEO

Maxi tavolata da 130 persone. Presenti anche le istituzioni cittadine

Dopo aver sotterrato l'ascia di guerra, in via dei Neri è stato acceso il calumet della pace. Ieri sera i residenti si sono ripresi la strada che negli ultimi mesi era stata al centro delle cronache per la famosa ordinanza "antipanino" diffusa da Palazzo Vecchio. Tutti a tavola insieme: oltre 130 i presenti. I commercianti, dalla loro, hanno pensato di lavorare fino a tardi per la comunità, preparando e servendo la cena. 

I ragazzi dei panini hanno servito gli antipasti: sbriciolona, prosciutto e salame a piovere. Spicchietti di pizza napoletana, e assaggi di lasagna e spaghetti. Per poi chiudere con un classico: arista e patate arrosto. Il tutto accompagnato da un bicchiere di vino rosso. Quindi frutta fresca e dolci. 

IL VIDEO

L'iniziativa è stata messa sul piatto dal comitato della strada. "Siamo riusciti a fare squadra - ha detto la presidente Roberta Pieraccioni". Presenti anche il sindaco Nardella con alcuni assessori della giunta, e il presidente del Consiglio regionale. Oltre ai presidenti di Confcommercio e Confesercenti. 

La lunga tavolata ha voluto mettere la parola fine sul caso Via de' Neri dopo che è finita sotto i riflettori per il provvedimento che vieta gli assembramenti. Ordinanza che aveva suscitato stupore in particolare perché interessa anche il settore turistico. Il sindaco ha quindi spiegato la ratio dell'ordinanza comunale: "I turisti devono amare e rispettare Firenze come amano la propria città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

  • Coronavirus Toscana, 50.000 commercianti: "Sciopero fiscale, non paghiamo più le tasse"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento