menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Celiachia, cibo senza glutine con la tessera sanitaria

Addio ai buoni cartacei. Saccardi: “Notevoli risparmi per la regione”

Fra poco sarà più semplice per i celiaci toscani ritirare gli alimenti privi di glutine garantiti gratuitamente dalla regione. Basterà  presentare la tessera sanitaria. Finora le persone con celiachia, in possesso dell'attestato di esenzione per la patologia, dovevano presentarsi al presidio territoriale di residenza che rilasciava un carnet di buoni cartacei, con validità mensile, per il fabbisogno di un anno. 

La giunta regionale, nell’ultima seduta, ha approvato una delibera per cambiare il servizio. 
"Un sistema che funziona, ma che può senz'altro essere migliorato e reso più facile ed efficiente - dice l'assessore Stefania Saccardi - Per questo ci siamo orientati verso la dematerializzazione dei buoni cartacei e la possibilità per i celiaci di ritirare gli alimenti senza glutine utilizzando la tessera sanitaria. Un progetto che semplificherà la fruizione per il cittadino e le procedure per la regione, consentendo anche notevoli risparmi".

In Toscana, negli ultimi tre anni il numero di celiaci è cresciuto: erano 13.311 nel 2014 (16.295.943 euro la spesa sostenuta dalla Regione per l'erogazione dei prodotti privi di glutine); 14.356 nel 2015 (17.237.000 euro la spesa); 15.351 nel 2016 (19.083.239 euro la spesa).
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'oroscopo di Paolo Fox di oggi 22 febbraio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento