Cronaca

Animali, Lav e M5s contro i fiaccherai: "Cavalli costretti a stare sotto il sole"

Xekalos: "Serve un nuovo regolamento"

"Su Firenze stiamo portando avanti una campagna contro i fiaccherai, abbiamo raccolto firme e abbiamo consegnato  al Comune una petizione". A parlare è Antonella Messeri responsabile Lav Firenze. Sabato scorso i volontari Lav sono scesi in piazza per distribuire volantini che invitavano i turisti a non salire sulle carrozze

Con una petizione popolare consegnata al Sindaco del Comune di Firenze il 17 marzo del 2015, Lav aveva chiesto di  modificare il Regolamento comunale per la tutela degli animali e in particolare "l'abolizione del servizio di trasporto pubblico a trazione animale" di cui agli artt. 40 e seguenti (40-43), procedendo alla riconversione di tale servizio con mezzi di trasporto ecocompatibili.

"Ad oggi - continua Lav Firenze - niente è cambiato e per questo motivo Lav ritorna ancora una volta nelle vie fiorentine per sensibilizzare l'opinione pubblica, e in particolare i turisti, contro l'uso delle carrozzelle".

"Tante sono le segnalazioni - continua l'associazione - che arrivano alla nostra sede da parte di cittadini indignati per il perpetuarsi di un'usanza ormai obsoleta che niente aggiunge al fascino della nostra città".

E alla fine si sono fatte sentire anche le opposizioni in Palazzo Vecchio. “Mentre a Roma stanno limitando le carrozze trainate dai cavalli, a Firenze, nonostante l’allerta per l'ondata di calore a Livello 3, Codice Rosso prolungata fino almeno a oggi, i fiaccherai sono liberi di girare con la propria carrozza ed il proprio cavallo per la città” commenta Arianna Xekalos, capogruppo del Movimento 5 Stelle. E prosegue: "Non si capisce perché questa amministrazione si rifiuta di fare i dovuti controlli. Il regolamento del Comune di Firenze per la tutela degli animali vieta l’utilizzo di cavalli per attività di trasporto quando la temperatura è superiore ai 35° all’ombra".

In questi giorni è evidente che i 35° all’ombra sono stati abbondantemente superati, complice anche la forte umidità.

"Per essere sicuri che episodi come questi non si ripetano - prosegue Xekalos - abbiamo presentato una mozione per chiedere che il regolamento comunale venga modificato prevedendo che i 35° debbano essere quelli percepiti" E continua: “Mentre aspettiamo che la nostra mozione venga discussa, l’amministrazione deve fare i controlli in città ed evitare così che anche gli animali soffrano più del dovuto a causa di questo clima. Il Sindaco – conclude la Capogruppo del Movimento 5 Stelle – si è attivato allertando gli ospedali e quindi preoccupandosi giustamente delle persone, ma non deve dimenticarsi degli animali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali, Lav e M5s contro i fiaccherai: "Cavalli costretti a stare sotto il sole"

FirenzeToday è in caricamento