rotate-mobile
Cronaca

L'alcoltest non vale se l'etilometro funziona male, la Cassazione boccia la Corte d'appello

I giudici della Quarta sezione penale della Cassazione hanno accolto le ragioni di un automobilista condannato dalla Corte d'appello fiorentina. In questo caso lo stato di ebbrezza "non può ritenersi provato"

L’alcoltest come prova della guida in stato di ebbrezza non vale se l’apparecchio della misurazione alcolemica funziona male. Uno potrebbe pensare: dov’è la notizia? Come è possibile utilizzare tale prova se lo strumento che l’ha fornita è difettoso? In effetti non fa una piega. Non per la Corte d’appello di Firenze che, sia pure riformandola, aveva confermato la condanna inflitta in primo grado a un automobilista dopo che gli era stato riscontrato, con due prove del palloncino, un tasso alcolemico superiore a 0,8 grammi per litro. 

Inutilmente l’uomo davanti ai giudici di merito aveva esternato i dubbi sul funzionamento della macchina, visto che sugli scontrini emessi all’esito delle due prove c’era la scritta “volume insufficiente”: il tribunale prima e la Corte d’appello dopo non vi avevano dato peso, ritenendo che se l’aria immessa nell’apparecchio fosse stata realmente insufficiente, la macchina non avrebbe potuto registrare alcun dato relativo al tasso di alcol.

Così il ricorso davanti ai giudici della Cassazione che, con sentenza numero 35303, hanno annullato i primi due verdetti. Per i togati della Quarta sezione penale della Cassazione, “i giudici di merito hanno omesso di considerare che proprio l’incompatibilità logica tra i dati rilasciati dall’apparecchiatura in entrambe le misurazioni effettuate, era indicativa del cattivo malfunzionamento della macchina”. E dunque, visto che lo stato di ebbrezza “non può ritenersi provato”, in questo caso sulla base dell’alcoltest i supremi giudici hanno annullato la condanna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alcoltest non vale se l'etilometro funziona male, la Cassazione boccia la Corte d'appello

FirenzeToday è in caricamento