rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Caso Open, il ministro della giustizia manda gli ispettori a Firenze: "Rigorosa indagine sul pm"

Dopo l'interrogazione presentata dal leader di IV Matteo Renzi al Senato che segnalava l'invio di atti d'indagine dalla procura al Copasir

Il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, ha risposto nella giornata odierna in Senato a una interrogazione del leader di Italia Viva, Matteo Renzi, promettendo una "indagine conoscitiva rigorosa" sul pubblico ministero dell'inchiesta Open.

Nell'interrogazione dell'ex premier veniva ricordato che "il 18 febbraio 2022 la Corte di cassazione, nell'ambito della verifica della legittimità degli atti di indagine relativi all'inchiesta sulla fondazione 'Open', ha disposto la restituzione integrale all'indagato (Marco Carrai, ndr) 'senza trattenimento di copia dei dati' e 'del contenuto dei supporti informatici', in ragione dell'ennesimo annullamento e delle ennesime rilevate illegittimità delle perquisizioni e dei sequestri effettuati dalla procura nell'ambito della predetta inchiesta", mentre organi di stampa riportano come, nel marzo 2022, la procura di Firenze avrebbe trasmesso integralmente al Copasir gli atti di indagine relativi all'inchiesta sulla fondazione Open, ivi inclusi quelli interessati dalla predetta sentenza della Corte di cassazione, in aperta violazione della relativa statuizione".

Su questo punto il guardasigilli Nordio, precisando di essere a conoscenza degli atti della Cassazione, ha sottolineato che "gli ulteriori fatti che sono stati enunciati nella interrogazione saranno oggetto di immediato e rigoroso, sottolineo rigoroso, accertamento conoscitivo attraverso l'ispettorato generale. Successivamente questo dicastero procederà a una approfondita, e sottolineo approfondita, valutazione di tutti gli elementi acquisiti al fine di assumere le necessarie iniziative".

L'indagine, ha precisato infine il ministro, avrà "assoluta priorità nell'attività ispettiva e le determinazioni saranno adottate con la consequenziale rapidità".

In sede di replica, Renzi si è detto "molto soddisfatto della risposta del signor ministro, non dubitavamo della assoluta rilevanza che avrebbe dato a questo caso".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Open, il ministro della giustizia manda gli ispettori a Firenze: "Rigorosa indagine sul pm"

FirenzeToday è in caricamento